menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infarto sui viali, perde il controllo dell'auto: 60enne messo in salvo dalla Polizia Stradale

La situazione si presentava grave, la respirazione era assente

Oltre ai numerosi controlli del lungo ponte appena trascorso, la Polizia Stradale ha della sezione di Bologna ha  "salvato" in extremis un uomo in viale Pietro Pietramellara. 

La pattuglia sabato 2 novembre ha notato una Smart ferma sulla carreggiata e una signora che cercava di attirare l’attenzione. All'interno un 60enne privo di sensi, con la testa reclinata sul lato sinistro, che aveva perso il controllo dell’auto. Dopo aver chiamato il 118, nel'attesa, gli agenti hanno estratto l’uomo dall’abitacolo per procedere tempestivamente alle manovre di primo soccorso.

La situazione si presentava grave, la respirazione era assente e si trattava di un probabile arresto cardiaco. I poliziotti, formati alle tecniche di primo soccorso BLS (Basic Life Support), hanno effettuato  le manovre necessarie e a seguito del massaggio cardiaco, cosicché il 60enne riprendeva a respirare seppur per piccoli e brevi periodi.

All’arrivo dell’ambulanza, i sanitari hanno constatato le condizioni critiche dell’uomo che è stato ricoverato in ospedale ed è in via di miglioramento. 

Ha una crisi cardiaca durante cerimonia per nuovo defibrillatore, salvato in extremis 

112 le pattuglie della Polstrada di Bologna in campo per fronteggiare il primo fine settimana di novembre, contrassegnato da una intensificazione del traffico. Numerosissimi conducenti sono stati controllati lungo le trafficate strade del nodo bolognese, circa 350 sono stati sottoposti all’accertamento preventivo per l’alcool, con 6 automobilisti denunciati per guida in stato di ebbrezza.

Tra le infrazioni più comuni, sono 15 le guide a velocità eccessiva e non commisurata alle condizioni della strada, 7 le persone prive di cintura di sicurezza, anteriore o posteriore ed infine 8 i conducenti distratti dall’uso improprio del cellulare, fonte principale di distrazione alla guida. Sono stati ben 13 gli incidenti rilevati dalla Polizia Stradale di Bologna, tra cui quello che ha ucciso Daniele Minati, la moglie Anna Pieropan (di 32 e 29 anni) e la loro piccolina, una bimba di 5 mesi, nata lo scorso maggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento