menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa sui colli rimossa da Airbnb: ospite offesa da un'opera d'arte su Hitler

L'ospite ha chiesto il rimborso perchè "offesa" dal dipinto, la piattaforma di home hosting ha rimosso l'annuncio: la proprietà della villa non ci sta e ha messo la questione in mano ai legali

Una villa sui colli bolognesi affittata per periodi brevi attraverso la piattaforma Airbnb, "pluristellata" grazie a diverse recensioni positive, lussuosa ed esclusiva e ora cancellata dal sito perchè al suo interno vi è custodita ed esposta un'opera che raffigura il Fuhrer, in particolare il dipinto "The Wolfschanze" (La tana del lupo) a firma dell'artista britannico Marcus Harvey, che pare abbia offeso un'ospite americana tanto da chiedere il rimborso per quei sei giorni trascorsi a Villa Monte Quercione, a Zola Predosa (circa 5 mila euro). 

Ospite americana offesa dalla svastica: la villa sui colli "sparisce" da Airbnb

Questa vicenda è stata resa nota da un articolo del Corriere di Bologna e ripresa poi da diverse testate giornalistiche e i fatti risalgono a un paio di mesi fa, quando appunto un'ospite straniera si è lamentata per la presenza all'interno della villa di un dipinto raffigurante gli stivali e i vestiti di Adolf Hitler oltre che delle statue lignee e ha segnalato la questione alla piattaforma di home sharing, che ha quindi ritenuto opportuno far "sparire" l'alloggio dalla lista online. Alloggio che aveva accumulato ottimi feedback e stelline di gradimento, tanto da diventare "super host", ovvero un super-ospite ad alto indice di gradimento. 

Il "super-host" bolognese però non ci sta e si è rivolto a un legale quando si visto recapitare il seguente messaggio: «il tuo account è stato rimosso da Airbnb in base alle circostanze del dipinto che raffigura un’ uniforme nazista e le statuette nere questo articolo è in violazione della nostra politica di non discriminazione perché promuove il razzismo e l’odio» e adesso saranno gli avvocati a portare avanti la diffida negando categoricamente che si tratti di apologia del fascismo. 

Una mostra a Bologna nel 2005: da sempre artista provocatorio

Marcus Harvey è un artista e pittore inglese classe 1963 che, in effetti, non ha mai smesso di creare scalpore con la sua arte che ha sempre mescolato pittura, fotografia e scultura. La sua prima provocazione fu un'opera presentata alla Royal Academy of Art nel 1997 che ritraeva Myra Hindley, assassina che insieme al compagno Ian Brady aveva commesso una serie di terribili infanticidi. Nel 2005 Marcus Harvey è stato ospite della Galleria Marabini di Bologna con la mostra "The Führer's Cakes": forse proprio in occasione di questa esposizione i proprietari della villa e collezionisti d'arte si sono accorti di lui.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento