Inchiesta 'villa Inferno': scarcerato Bacci, domiciliari in un'altra abitazione

La difesa dell'imprenditore, proprietario del villino luogo dei party hard: "Equiparata la sua posizione con quella degli altri indagati"

È stato scarcerato e andrà agli arresti domiciliari l'imprenditore 49enne Davide Bacci, l'unico indagato nell'inchiesta sui festini a base di sesso e droga -a cui ha partecipato anche una minorenne- per cui era stata disposta la custodia cautelare in carcere. Lo riporta la Dire.

Il gip di Bologna, Letizio Magliaro, ha quindi accolto la richiesta dei legali di Bacci, Roberto D'Errico e Giovanni Voltarella. Il 49 enne, però, non andrà ai domiciliari nella sua villa di Pianoro in cui si svolgevano i festini (ribattezzata 'Villa Inferno'), ma a casa del padre, dove per il giudice non sussiste il rischio di reiterazione dei reati in materia di stupefacenti e di prostituzione minorile che gli vengono contestati.

Ovviamente soddisfatto D'Errico, non solo "perché è stata accolta la richiesta, ma anche perché è stata riconosciuta l'equiparazione della posizione di Bacci rispetto a quelle di altri indagati". Ora, conclude il legale, "proseguirà il lavoro di lettura degli atti, e non escludiamo di rivolgerci al Tribunale della Libertà".

Inchiesta Villa Inferno: proseguono le indagini

Intanto, mentre continuano gli interrogatori di garanzia agli indagati, proseguono le indagini su telefoni, tablet e computer sequestrati. Scopo, capire se eventualmente possano emergere altri episodi dove la 17enne o altri minori abbiano partecipato ad altre feste hard a base di cocaina. Nei gironi scorsi è trapelato come una quindicina di nomi fossero già oggetto di approfondimento da parte della procura.

Leggi anche:

Sesso e cocaina con minorenni, Solazzo: "Contesto difficile, anche per chi ha fatto le indagini" | VIDEO 

Difesa Cavazza: "Respingiamo ogni accusa, lei era già conosciuta" 

Villa Inferno, lo psicanalista: "La famiglia non osserva e i giovani vivono solo il presente. Senza futuro cambiamento drammatico"

Festini sesso e droga con minori | Ai domiciliari Cavazza, l'ex candidato alle regionali che scriveva: "Giù le mani dai bambini" 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento