Fuori salone per un fuori classe del Lambrusco: Venturini Baldini presenta l’eleganza dei suoi prodotti

Evento Venturini Baldini aspettando Vinitay per presentare il Lambrusco vendemmia 2016

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Sabato 8 Aprile in una Verona già in fermento, la Venturini Baldini, grande nome del lambrusco Emiliano, capace di dare una personalissima interpretazione bio dei vitigni autoctoni, e azienda in forte crescita nel panorama agroalimentare, ha tenuto un prestigioso evento. Un "aspettando Vinitaly " nel cuore della città scaligera, che ha preceduto di poche ore l'avvio della kermesse più importante a livello internazionale per il mondo del vino. Un'atmosfera curata nei dettagli, " perché sono questi a fare la differenza. Nei nostri vini e nell'aceto Venturini Baldini nulla è lasciato al caso. Stasera abbiamo dato appuntamento alla stampa nazionale ed internazionale e agli affezionati di sempre per presentare i vini della vendemmia 2016, e non a caso abbiamo scelto un luogo dove si sintetizza il concetto di " eleganza " parola chiave dell' interpretazione enologica della tenuta" spiega Lorenzo Tersi ( consigliere delegato Venturini Baldini ) Ospiti della serata, che si è tenuta presso la famosa boutique di alta sartoria Tailor's Ties, personaggi di fama nel settore vinicolo come Carlo Ferrini, winemaker dell'azienda, e figure istituzionali come Simona Caselli, Assessore alle Politiche agricole della regione Emilia Romagna, Danilo Morini, Assessore alla cultura del comune di Quattro Castella. In vetrina, per l'occasione, non solo la perfezione dei capi sartoriali, ma questa volta un'eleganza declinata sotto nuove vesti. Il rinomato Rubino del Cerro 2016, fuori classe nel palcoscenico dei lambruschi, proposto per l'occasione in abbinamento ad una dell'eccellenze culinarie più nobili dell'Emilia Romagna: il parmigiano Reggiano della fattoria Rossi dall'audace stagionatura di 50 mesi, mentre uno di più giovane caratura ha stupito tutti in abbinamento all'Aceto Balsamico Tradizionale ORO Venturini Baldini, ed infine l'immancabile Marchese Manodori: prodotto di grande finezza che racchiude l'essenza e lo stile della maison. Una serata all'insegna di convivialità inattese per brindare all'imprenditorialità made in Italy, all'eleganza inaspettata per un lambrusco che solo un calice Venturini Baldini riesce sempre a regalare, e ai nuovi progetti che questa importante realtà di 135 ettari nel cuore della food valley ha già in cantiere e che svelerà entro la fine dell'anno.

Torna su
BolognaToday è in caricamento