Cronaca

Violenze sugli autobus: presto forze dell'ordine in borghese a bordo

'Attività di controllo coordinato'. Lo ha precisato il neo-assessore alla Sicurezza Nadia Monti, rispondendo alle domande di alcuni consiglieri di opposizione sugli episodi di violenza sui bus

Polizia  di  Stato,  Carabinieri  e  Polizia Municipale in borghese sugli autobus Tper per svolgere attività di  controllo  coordinato. Lo ha precisato il neo-assessore alla Sicurezza Nadia Monti, rispondendo, durante il Question Time, alle domande di alcuni consiglieri di opposizione sugli episodi di violenza avvenuti negli ultimi tempi. 

Quando Tper era ATC  aveva realizzato un progetto completo  di  controllo  telematico,  su praticamente tutti gli autobus del servizio  urbano, "che consente ad oggi, di localizzare in tempo reale dove l'autobus  si  trova  e,  ove  necessario,  far mettere in contatto diretto l'autista del bus con la centrale operativa di TPR utilizzando un ulteriore canale  operativo  che  la  collega a quelle di Questura, e Carabinieri, in modo  da  consentire interventi il più possibile tempestivi da parte delle forze dell'ordine" dice Monti.

In buona parte è stata realizzata anche l'installazione di telecamere a bordo degli autobus, come anche azioni di prevenzione, come quelle "di carattere  formativo  in  favore  degli  autisti  del  bus.  Purtroppo, prevedere  azioni  con  precisione chirurgica, risulta veramente difficile. Quindi  la  direzione  sarà  quella  della  prevenzione,  della dissuasione attraverso  gli  strumenti  che  la tecnologia oggi ci offre, controllo con agenti  in borghese come già detto ed infine nel malaugurato caso tutto ciò non  serva,  identificazione  del  o  dei  responsabili  e tutto ciò che ne consegue".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze sugli autobus: presto forze dell'ordine in borghese a bordo

BolognaToday è in caricamento