Violenza sulle donne, in Emilia-Romagna +78,5% di chiamate sos rispetto al 2019

Sono i dati locali di uno studio sulla violenza di genere che ha preso in esame le chiamate al 1522, numero verde antiviolenza e stalking, nel periodo 1 marzo-16 aprile 2020

Foto Dire

Sono 282 le chiamate provenienti dal territorio emiliano-romagnolo al numero verde antiviolenza e stalking 1522 del Dipartimento nazionale Pari Opportunità, con un incremento del 78,5% rispetto al 2019, superiore al +73% registrato a livello nazionale corrispondente a 5.031 telefonate valide.

A renderlo noto l'Istat in uno studio sulla violenza di genere che ha preso in esame le chiamate al 1522 nel periodo 1 marzo-16 aprile 2020.

"La campagna di informazione del ministero, cui si è affiancata quella promossa dalla Regione insieme ai centri antiviolenza, alle case rifugio e alle forze dell'ordine, ha funzionato - ha commentato l'assessora regionale alle Pari Opportunità Barbara Lori - L'aumento delle chiamate al 1522, ma anche dei contatti diretti agli sportelli antiviolenza sul territorio, è solo in parte riconducibile ad un incremento degli episodi di violenza sulle donne, che pure - purtroppo - si sono verificati anche sul nostro territorio regionale; nelle ultime settimane è cresciuta la consapevolezza delle donne e ha funzionato la rete per mantenere attivi, nonostante l'emergenza, servizi di informazione, supporto e accoglienza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'emergenza Covid "non è finita e ancora tanto resta da fare. Anche per questo la Giunta ha deliberato nei giorni scorsi uno stanziamento di 350mila euro, da assegnare ai centri tramite i Comuni in cui hanno sede, per far fronte alle spese straordinarie sostenute negli ultimi mesi - ha concluso l'assessora Lori - si tratta di un segno tangibile della vicinanza della Regione alle operatrici e alle volontarie dei Centri antiviolenza e delle Case Rifugio cui rinnovo il più sincero ringraziamento e apprezzamento per il lavoro svolto da parte di tutta la comunità regionale". (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Dove mangiare pesce a Bologna: 4 imperdibili ristoranti

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Dolci e leccornie: 5 imperdibili pasticcerie a Bologna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento