menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza sulle donne, in 10 mesi oltre 550 richieste di aiuto

Tra le donne che si sono rivolte per la prima volta alla Casa delle donne, circa i due terzi sono italiane

Sono 563 le donne che, nei primi 10 mesi del 2018, hanno chiesto aiuto per la prima volta alla Casa delle donne per non subire violenza, in 526 lo hanno fatto per motivi di violenza. A queste si aggiungono quelle che erano già in percorso di uscita dalla violenza (171), per un totale di 697 donne.

Dal 1990, anno di apertura della Casa delle donne, sono state accolte oltre 12mila donne. "Questi dati raccontano una storia che conosciamo benissimo- ha detto Valeria D'Onofrio della Casa delle donne- Sono in linea con quelli degli ultimi anni e ci dicono che i servizi sono utilizzati da tante donne, che ci sono ancora tante donne che subiscono violenza, tante che devono trovare la voce e la parola per chiedere aiuto e che c'è tanto sommerso".

Tra le donne che si sono rivolte per la prima volta alla Casa delle donne, circa i due terzi sono italiane (345). Un dato che si ribalta nell'ospitalità dove sono in maggioranza le donne di origine straniera: sono 17 quelle ospitate nelle case rifugio, di cui tre italiane (insieme a 20 minori). Sono 68 le donne e i minori accolti in Casa Save (Sicurezza e accoglienza per vittime in emergenza), di cui 55 straniere (28 donne e 27 minori). Negli otto alloggi in transizione sono state accolte 10 donne straniere con otto minori e una donna italiana. "I motivi sono legati alle minori possibilità di aiuto delle donne straniere e alla mancanza di reti amicali, sociali o istituzionali- ha spiegato D'Onofrio- I loro percorsi per questo motivo tendono a essere più lunghi ed è molto più probabile la necessità di ospitalità". Rispetto all'uscita dai percorsi di accoglienza e ospitalità, non ci sono dati.

Sono stati invece otto i femmicidi avvenuti in Emilia-Romagna nel 2017. Il dato è stato raccolto dal gruppo di ricerca coordinato da Anna Pramstrahler che ha svolto l'indagine a mezzo stampa. In 14 anni di ricerca l'elenco delle donne uccise in Italia è arrivato a 1.507. "Questo ci deve fare interrogare sulla necessità di politiche di prevenzione più efficace, per ora bloccate sul piano nazionale". (Red/ Dire) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento