rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Giornata contro la violenza sulle donne: "Servono misure protettive adeguate"

Casa delle Donne: "Dal 1°gennaio al 31 ottobre 2015 ci hanno chiesto aiuto 638 donne, di cui 423 italiane e 213 straniere. Dal 1990, quando abbiamo aperto i battenti, le donne sono 10.338"

Quella che si celebra oggi è la giornata contro la violenza sulle donne. Ieri il consiglio comunale ha ricordato Valeria Solesin e in questi giorni saranno 32 i comuni che attraverso incontri, dibattiti ed eventi di vario genere diranno no alla violenza sulle donne (qui tutte le iniziative).  E' Angela Romanin, della Casa delle Donne di Bologna, a fare un report sui primi 10 mesi del 2015:  "In questo primo periodo dell'anno ci hanno chiesto aiuto 638 donne (498 per la prima volta e 140 dagli anni precedenti), di cui 423 italiane e 213 straniere. Dal 1990, quando la Casa ha aperto i battenti, ad oggi le donne sono 10.338. In 15 quest’anno sono state ospitate nelle case rifugio con i loro 12 bimbi e bimbe, in più altre 26 donne con 32 minori sono state ospiti nella casa di emergenza Save".

"Purtroppo le donne che denunciano sono ancora poche, anche se noi non abbiamo accesso a questo dato - spiega la Romanin - ma crescono quelle che si rivolgono a centri come il nostro. Bisogna lavorare sulle misure protettive a livello nazionale". Secondo la vicepresidente della Casa delle Donne parlarne aiuta a far decidere chi subisce violenza: "Dopo le nostre attività e a seguito di molti articoli di stampa o servizi in tv pare infatti che molte si decidano a rivolgersi a noi. Per questo è importante tenere viva l'attenzione su questo grande problema. I numeri dei femicidi sembrano piccoli, ma in realtà non lo sono".  

In Regione oggi la presentazione della ricerca sui femicidi avvenuti in Italia nel 2014: ci sono stati 115 femicidi e 101 tentati femicidi (per l’Emilia-Romagna si è trattato rispettivamente di 4 e di 6 casi). Nel 70,43% dei casi l’autore è il partner o l’ex, e luogo del delitto la casa nell’80% dei casi. I femicidi interessano la dimensione di genere (e non tanto quella della criminalità) anche quando avvengono nell’ambito della prostituzione: ben casi 7 sui 115 dell’anno scorso. 

In quasi 10 anni di ricerche della Casa delle donne, l’elenco di donne uccise in Italia è arrivato a 1.157 donne, e questo ci deve far interrogare sulla necessità di politiche di prevenzione e contrasto coordinate e integrate, che coinvolgano tutti gli ambiti della società. In questo senso si sta muovendo la Regione Emilia-Romagna con la stesura di un Piano regionale, cui ha collaborato anche il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna di cui la Casa fa parte, a partire da quanto indicato nella Legge regionale Quadro per la Parità e contro le discriminazioni di genere, varata lo scorso anno. La Casa delle donne auspica che si vada in questa direzione anche con le politiche metropolitane, con l’istituzione di un Tavolo di contrasto alla violenza contro le donne. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata contro la violenza sulle donne: "Servono misure protettive adeguate"

BolognaToday è in caricamento