"Uomini violenti? 90 per cento denunce false", poi le scuse: bufera su consigliere Lega Casalecchio

Pioggia di critiche per Umberto La Morgia, già esibitosi sul Crescentone vestito da pinguino e intento a mangiare una simbolica 'sardina'. Lui si giustifica: "Frainteso". Ma dalla Lega arriva la dissociazione, anche se si precisa: "Noi abbiamo fatto tanto al governo"

La violenza sulle donne? "Il 90 per cento delle denunce sono false e vengono poi archiviate intasando i tribunali". Ma poi: "Sono stato o frainteso o non mi sono spiegato bene". E' bufera sul consigliere di Casalecchio Umberto La Morgia, classe 1989, eletto consigliere comunale per la Lega e e capogruppo dell'unione dei comuni Vallie del Reno.

La Morgia, già noto per aver posato vestito da pinguino sul Crescentone all'indomani della manifestazione delle sardine intento a mangiarsi appunto una sardina simbolica (in realtà una spigola ha precisato) in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne ha postato sul suo profilo aperto Facebook un scivoloso post: 

la morgia due-2

Il messaggio in questione è stato rimosso, ma intanto su tutti gli stati del suo profilo sono volate reprimende e commenti negativi, tanto che lo stesso La Morgia ha dovuto riprendere in mano l'argomento, con un altro messaggio di precisazione:

la morgia uno-2

I commenti a quest'ultimo post sono stati disattivati, ma una serie di condanne sono comunque continuate ad arrivare dal pubblico del web, a valanga, anche sugli altri messaggi in bacheca.

A qualche ora di distanza è arrivata anche la condanna del suo stesso partito, la Lega, che per mezzo del deputato e segretario emiliano Gianluca Vinci ha fatto sapere che "il consigliere La Morgia parla evidentemente a titolo personale con affermazioni da cui ci dissociamo" però precisando: "La Lega al governo ha dimostrato concretezza nella lotta alla violenza contro le donne, tanto da aver portato in aula il Codice Rosso, che oggi è legge"

Il consigliere ‘pinguino mangia-Sardine': "Solo provocazione. Noi sovranisti riempiamo piazze senza animaletti"

Travolto dalle critiche ha specificato ancora su Facebbok: "Mi dispiace molto di essere stato approssimativo e inopportuno nel giorno dedicato alla tutela delle donne e mi scuso se qualcuno si possa essere sentito offeso. I dati che ho citato mi sono stati forniti dalle associazioni di genitori separati. Io, per indole e inclinazioni, sono particolarmente vicino alle persone che subiscono violenza di ogni tipo e auspico politiche capaci di superare le contrapposizioni ideologiche e di promuovere alleanze tra i generi e le generazioni. Sono, inoltre, fiero che la Lega abbia introdotto il "Codice Rosso" a tutela delle donne, come ho sempre ampiamente comunicato nei miei post nel periodo in cui detta legge era in discussione". 

la morgia-2

Ferma condanna arriva anche dalla consigliera forzista Erika Seta: "Le sue parole sono un’offesa a tutte le donne" scandisce Seta che parla di "un revisionismo storico e sociale, un negazionismo nelle parole, ribadite in tutti i luoghi possibili, che non pensavo di dover mai commentare su un argomento che è uno dei pilastri della nostra società".

"Di fronte a un tale concentrato di stupidaggini e di falsità, espresse proprio a ridosso della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, e in un contesto in cui ogni 15 minuti una donna subisce violenza, evidentemente non si puo' tacere". Sulle parole del consigliere La Morgia interviene anche il leader di Sinistra italiana Nicola Fratoianni. Il partito di Salvini "aldilà dal prendere le distanze da queste corbellerie- conclude il parlamentare di Leu- dovrebbe impegnarsi a far dimettere questo tizio e convincerlo a ritirarsi dalla vita politica oggi stesso".

Critiche anche dalla senatrice M5s Michela Montevecchi, vicepresidente della commissione Cultura, secondo la quale il consigliere della Lega "va a caccia di uno spazietto sui giornali trattando un tema serio nel modo più becero. Sminuisce, mortifica e quasi nega un dramma sociale e per di più proprio nelle ore in cui si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ricordiamo al consigliere che gli ultimi dati ci restituiscono. A lui, suggerisco di dedicare meno tempo ai social e di piu' ai progetti nelle scuole, che potrebbero insegnargli molto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento