Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Budrio / Mezzolara

Tentato stupro a Mezzolara, arrestato richiedente asilo. Pierini: "1° caso dopo anni di lavoro di accoglienza"

Così il Sindaco di Budrio, dopo l'aggressione, sottolineando: "Non si possono incolpare centinaia di ospiti per l’atto violento di uno solo". Insorge la Lega: "Già mesi fa avevamo lanciato l'allarme considerando che sul nostro territorio potevano arrivare non solo brave persone"

Il Sindaco di Budrio, Giulio Pieriniinterviene sul tentativo di stupro avvenuto a Mezzolara. Vittima una 48enne del luogo, aggredita mentre andava al lavoro. Del fatto è accusato un 22enne senegalese richiedente asilo e ospite presso un centro di accoglienza della zona. Subito dopo la notizie dei fatti il primo cittadino ha voluto porgere un ringraziamento alle forze dell’ordine per "l’intervento tempestivo e per il contributo decisivo" che hanno dato alle indagini. "Noi siamo per la legalità e la sicurezza, sempre -ha tenuto a ribadire il primo cittadino - La soglia di attenzione deve essere altissima rispetto a comportamenti violenti, sbagliati e che possono produrre insicurezza e allarme. Dunque, riteniamo importante che si sia proceduto subito all’arresto e che si facciano decadere le misure di accoglienze nei confronti di quel giovane".

E’ stato individuato un presunto responsabile, che risponderà delle accuse che gli sono state mosse. La giustizia ora "deve fare il suo corso in un quadro in cui, è bene ricordarlo, la responsabilità penale è personale", ha ricordato Pierini, cogliendo poi l'occasione per fare un quadro della situazione dei richiedenti asilo nella nostra Regione. "E’ giusto - spiega il Sindaco - alzare lo sguardo per guardarsi intorno. Attualmente circa 5200 richiedenti asilo sono ospitati all’interno dei programmi delle prefetture dell’Emilia-Romagna e poco più di mille in provincia di Bologna".

"E’ il primo caso di questo genere dopo due anni di lavoro di accoglienza e non si possono incolpare migliaia o centinaia di ospiti per l’atto violento perpetrato da uno solo" - sottolinea il sindaco, aggiungendo che "anche nel Distretto Pianura Est, di cui Budrio fa parte, stiamo accogliendo più di 100 migranti con buoni risultati di collaborazione, integrazione e dialogo. Lo dimostra l’esempio dei 12 richiedenti asilo ospitati a Budrio capoluogo da più di un anno".
"Tutto questo - conclude Pierini - non toglie nulla alla gravità del fatto: un episodio su cui si sta indagando e per il quale, in ogni caso, il responsabile risponderà".

LEGA: "Bisogna intervenire e subito affinchè quanto accaduto non possa più ripetersi". Così la consigliera comunale di Bologna, e candidato sindaco per la Lega alle prossime elezioni, Lucia Borgonzoni, interviene sul tentativo di stupro avvenuto a Mezzolara di Budrio. Vittima una 48enne del luogo, aggredita mentre andava al lavoro. Del fatto è accusato un 22enne senegalese richiedente asilo e ospite presso un centro di accoglienza della zona. "Già mesi fa avevo lanciato l'allarme - sottolinea l'esponente del Carroccio - considerato che sul nostro territorio potevano arrivare non solo brave persone e per questo "allarme" sono stata fortemente attaccata". Ora la Lega intende approfondire la questione. Per questo lunedì Borgonzoni, insieme al capogruppo della Lega Nord al Senato Gian Marco Centinaio, chiederà di visitare l'Hub di Via Mattei "per renderci conto se quest'ultimo viene gestito al meglio considerato l'elevato  numero di immigrati che vivono/passano da questa struttura e tenuto conto anche di problematiche non ancora risolte".

 FORZA NUOVA: "MAI AVREMMO VOLUTO ESSER PROFETI". Così i forzanovisti dicendo che "il brutto episodio di Mezzolara è l'ennesima riprova che la sistematica invasione di disperati provenienti da ogni parte del mondo a cui i nostri governanti ci stanno sottoponendo porta microcriminalità e degrado". L'occasione èer per FB occasione di ricordare che il richiedente asilo che avrebbe cercato di violentare la donna "proviene dal centro di accoglienza di via Mattei , lo stesso di cui Forza Nuova ha chiesto la chiusura con diverse iniziative". I forzanovisti proettono. "non staremo a guardare : i nostri militanti saranno in zona già nella giornata di sabato insieme alle donne dell'associazione Evita Peron e ai militanti del RSI Fiamma Nazionale per manifestare solidarietà alla ragazza aggredita". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato stupro a Mezzolara, arrestato richiedente asilo. Pierini: "1° caso dopo anni di lavoro di accoglienza"

BolognaToday è in caricamento