menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza in Bolognina, il sindaco Merola: 'E' piena di agenti in borghese e in divisa'

Per il primo cittadino, ad agire nel quartiere sarebbe un ristretto numero di delinquenti che stanno per essere individuati dalla polizia

Azione di un ristretto numero di delinquenti: addirittura, solo una o due persone. E non solo, alcuni "incidenti" si possono spiegare con la presenza di "opportunisti che approfittano della situazione". A dirlo ai cronisti il sindaco Virginio Merola che ieri ha partecipato a un nuovo incontro del Tavolo per l'ordine pubblico e la sicurezza che ha ovviamente trattato anche di sicurezza in Bolognina: "Abbiamo rifatto il punto", riferisce Merola che rifiuta l'idea di ricercare le cause nell'alta presenza di case popolari nel quartiere.

"Occorre spiegarsi con più cittadini possibile e non diffondere leggende metropolitane, quello che sta avvenendo alla Bolognina fa riferimento a una o due persone che reiterano i reati. Sono in corso le indagini". Il sindaco conferma che la zona è "piena di agenti in borghese e in divisa, si sta facendo un ottimo lavoro che presto darà risultati, ma non cerchiamo capri espiatori in cose che non esistono".

Nelle case popolari "c'è gente a cui sono state assegnate case in regola e non sono lì i focolai di delinquenza. Stiamo parlando di sbandati - afferma il primo cittadino - tutta Europa le città vivono questi fenomeni e sicuramente ci sono città che li vivono molto peggio. Quello che posso assicurare è che la situazione monitorata ogni giorno dalle forze dell'ordine e dalla municipale". 

Oltre ai numerosi furti e spaccate e al problema dello spaccio, nel quartiere solo nell'ultima settimana si sono verificati un grosso incendio che ha reso inagibile tre esercizi commerciali e anche un raid punitivo contro i pusher che "operano" in zona.  

Su certi "incidenti" e incendi "Il tempo farà giustizia e tutti potranno capire che non tutto è dovuto a persone che delinquono,  ma anche ad opportunisti che approfittano della situazione. Di più non posso dire perchè ci sono indagini in corso", frena il sindaco. Comunque "non generalizziamo, non pensiamo - aggiunge - che sia una situazione dovuta soltanto a vandali". Senz'altro va chiarito che "non stiamo parlando di un fenomeno di massa, ma di persone che stanno per essere individuate dalla polizia", ribadisce il sindaco, che conclude con un messaggio di ottimismo: "La Bolognina è una grande opportunità' per la città, perchè lì sta nascendo il nuovo centro di Bologna". (agenzia dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento