Multa per chi visita siti pedopornografici: nuovo virus in rete

Una schermata dei Carabinieri e della Guardia di Finanza blocca il pc e chiede di pagare una multa per aver visitato siti illegali. Polizia Postale di Bologna: "Non pagate, è una truffa"

La schermata che compare con il virus

Diversi casi negli scorsi giorni: una truffa on-line che dietro a una schermata falsamente firmata dalle Forze dell’Ordine chiede di pagare dai 50 euro in su per aver cliccato si contenuti web non leciti: “Un’ondata ha colpito Bologna la scorsa settimana, ci sono arrivate infatti diverse segnalazioni – spiega la Polizia Postale  - si tratta di un tentativo di truffa che a occhi poco esperti potrebbe giocare brutti scherzi. Raccomandiamo di non pagare nulla perché le multe non si pagano certo in Tabaccheria e le modalità sono ben diverse”.

IL VIRUS. Questo tipo di virus si chiam ransomware e impedisce l'utilizzo del computer per poi richiedere un codice di sblocco, ottenibile collegandosi a siti che pretendono l'acquisto di beni o servizi a pagamento, realizzando una vera e propria estorsione.

COSA FARE. Debellare questo virus non è difficilissimo e lo ribadisce anche la Polizia Postale. Sul web si trovano istruzioni e tutorial che aiutano a svolgere tale operazione: prima di tutto spegnere il computer e farlo ripartire in “modalità provvisoria” tenendo premuto il tasto “F8”. Cliccare START e verticale fare clic su "Tutti i programmi", così da aprire l’elenco dei software installati. Cercare la cartella "Esecuzione automatica" e, una volta individuata, cliccare sull’icona corrispondente. Sullo schermo viene visualizzata la lista dei programmi configurati per essere avviati automaticamente all’accensione del computer senza intervento di chi è alla tastiera dovrebbe apparire, tra gli altri, il file "WPBT0 oppure un file con nome identificativo del tipo "0..exe" (il file si può presentare in altre varianti sintattiche) selezionare il file ed eliminarlo con il tasto “CANC” oppure “DEL” o spostando il file nel cestino presente sul desktop del computer, selezionare con il mouse il “cestino” sul desktop e fare clic con il tasto destro all’apertura della finestra in corrispondenza del cestino, selezionare “svuota cestino” così da procedere alla definitiva eliminazione del malware spegnere il computer e riavviarlo normalmente, così da poter constatare l’effettivo ripristino del regolare funzionamento dell’apparato a disposizione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Divieto spostamenti Natale, Bonaccini: "Rischia di isolare chi vive in un piccolo comune"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Covid, a Natale tutte le regioni in zona gialla? Bonaccini: "Aprire anche bar e ristoranti"

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

Torna su
BolognaToday è in caricamento