Ingorgo visite mediche, Donini: "Recuperato il 70 per centro dell'arretrato"

Lo ha detto questa mattina in commissione l'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini rispondendo ad una serie di interrogazioni

In Emilia-Romagna la ripresa delle attività sanitarie "sta avvenendo in modo graduale", ma "abbiamo già recuperato oltre il 70 per cento delle prestazioni sospese nei mesi di marzo, aprile e maggio, mentre quelle urgenti e non procrastinabili sono sempre state garantite".

Lo ha detto questa mattina in commissione l'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini rispondendo ad una serie di interrogazioni. La forzista Valentina Castaldini aveva chiesto le motivazioni della chiusura di alcuni spazi, in particolare sale operatorie dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna "con il conseguente allungamento delle liste d'attesa (con 1.700 utenti ancora in attesa)".

L'azzurra ha chiesto dunque "perché molti servizi non siano ancora stati ripristinati dopo la fine della fase acuta della pandemia e perché le urgenze vengano tuttora convogliate in altre strutture, anche private".

La consigliera si riferisce, in particolare, ai reparti di otorinolaringoiatria e oculistica. Quesiti simili dal dem Giuseppe Paruolo, che si è concentrato però in particolare sul tema delle urgenze, "spostate sugli altri ospedali cittadini".

Per il consigliere "è fondamentale che il Sant'Orsola rimanga il riferimento per la chirurgia d'urgenza della zona est del territorio". Sui reparti di otorinolaringoiatria e oculistica Donini ha detto in commissione che "si stanno ripristinando gli spazi del policlinico precedentemente in uso, verranno riattivati totalmente dal prossimo 7 settembre".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Donini ha affermato però che la "chiusura delle attività ambulatoriali procrastinabili non ha comportato l'incremento delle liste d'attesa, se non in minima parte". L'assessore, infine, ha sottolineato che "sono state avviate azioni per l'adeguamento degli spazi di alcuni padiglioni del Sant'Orsola". Donini assicura infine che "la chirurgia d'urgenza è stata spostata solo temporaneamente: attività che dovrebbe rientrare già a inizio ottobre". (Bil/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Dove mangiare pesce a Bologna: 4 imperdibili ristoranti

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Dolci e leccornie: 5 imperdibili pasticcerie a Bologna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento