rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021

Assistenza sanitaria per emarginati e migranti, Il Covid non ferma l'attività di Sokos | VIDEO

Visite di base e specialistiche su appuntamento: l'ambulatorio dell'associazione di medici volontari si trova in zona Corticella

Il Covid rallenta ma non ferma l'attività dell'associazione Sokos, l'ambulatorio in via Gorki che garantisce assistenza gratuita agli immigrati senza permesso di soggiorno, alle persone senza dimora e a chiunque viva in una condizione di esclusione sociale nel territorio di Bologna.

Per la maggior parte si tratta di immigrati che provengono da diverse aree geografiche. Altri sono italiani che, per condizioni sociali o scelte personali, si trovano in una condizione di marginalità.

Le visite mediche

I medici volontari di Sokos offrono visite di medicina di base (ora anche queste su appuntamento) e specialistiche, tra cui ginecologia, dermatologia, psichiatria, chirurgia vascolare e da poco anche odontoiatria e oculistica.

L'Associazione Sokos per l'assistenza ad emarginati e immigrati è stata fondata nel 1993 da un gruppo di medici volontari e dal 1996 è convenzionata con l'Ausl di Bologna per dare assistenza sanitaria a chi, persone italiane e straniere, per condizioni sociali, culturali o personali non possono o non riescono ad utilizzare i servizi sanitari pubblici presenti sul territorio.

"Nei mesi peggiori, durante la prima ondata – spiega il presidente dell'associazione, Corrado Fini – abbiamo sospeso le visite in presenza ma non abbiamo mai abbandonato i pazienti con cui eravamo in costante contatto telefonico. Consegnavamo loro anche i medicinali, quando necessario".

Tamponi rapidi gratis in farmacia: al via lo screening in Emilia-Romagna

Una notte con l'Unità mobile che assiste chi dorme per strada | VIDEO

Video popolari

Assistenza sanitaria per emarginati e migranti, Il Covid non ferma l'attività di Sokos | VIDEO

BolognaToday è in caricamento