Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vittime dell'amianto: "Una strage negata e offesa nella memoria": il docufilm|VIDEO

Non risparmia le testimonianze crude delle vittime e dei loro familiari: "Disconoscimento dell’assassinio di tanti, troppi lavoratori, colpevoli solo di lavorare"

 

Si intitola "Amianto killer" il docufilm stato realizzato per dare visibilità "a una strage negata e offesa nella memoria". A pubblicarlo Afeva - l'Associazione familiari vittine dell'amianto - e non risparmia le testimonianze crude delle vittime e dei loro familiari.

Il docufilm contesta "con forza e sdegno, una scandalosa e vergognosa sentenza penale di archiviazione, riuscendo in una disposizione, quello di negare il sacrosanto diritto di giustizia per le uccisioni da amianto di lavoratori inerti nella officina grande riparazione delle ferrovie dello stato di via Casarini a Bologna".

E' di qualche giorno fa la notizia della Corte d’Appello di Bologna, che ha assolto i membri del Consiglio di Amministrazione delle Officine Casaralta. 

Amianto, morti officine Casaralta: ribaltata la sentenza di 1° grado, tutti assolti 

"Personalmente constatiamo, purtroppo da una quindicina di anni, che si è perseguito a livello politico e di magistratura un orientamento giurisprudenziale del disconoscimento dell’assassinio di tanti, troppi lavoratori… - scrive Afeva in una nota - colpevoli solo di lavorare, con responsabili aziendali che nulla hanno fatto per tutelare la salute dei propri lavoratori. Le ultime sentenze di OGR e CASARALTA  lo sono a dimostrare. Che dire oltre allo sdegno e  alla rabbia per una sentenza complice di quelle morti guardate la realtà dei fatti e ciò che con queste sentenze si è voluto negare". 

La realizzazione è stata curata, per la parte documentale da Salvatore Fais matricola FS 897173, e per il montaggio da Loris Pendoli, matricola FS 897171 e anche ex operaio della officine Casaralta. Qui la versione integrale del docufilm https://www.youtube.com/watch?v=oKpr-6aSn7A&feature=emb_logo. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento