Vanna Marchi, la metamorfosi: fa la barista, cucina dolci e dipinge

Da "imbonitrice" a tuttofare nel bar-ristorante del genero. Tornata in semilibertà, così è cambiata l'ex televenditrice: look e toni dimessi, una riscoperta vena artistica e voglia di rimboccarsi le maniche. Durerà?

Una donna serena, equilibrata, che si diletta dipingendo e cucinando dolci. Capace, infine, di rimboccarsi le maniche e mettersi dietro il bancone di un bar. Questa è oggi la nuova Vanna Marchi, dipinta dal suo avvocato.

IN SEMILIBERTA'. L'ex "tele-imbonitrice" è tornata in semilibertà, dopo aver scontato metà della pena (2 anni e mezzo di carcere e uno di domiciliari) a cui fu condannata per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e bancarotta fraudolenta.

LAVORA NEL BAR. Il suo reinserimento in società per la Marchi passa attraverso un nuovo lavoro, lontano dai riflettori, ma anche per toni e look più dimessi. Da ieri lavora a Milano nel bar-ristorante di proprietà del fidanzato della figlia Stefania Nobile, che si trova ai domiciliari da oltre un anno.  Qui la bolognese fa un po' di tutto: sta dietro il banco, gestisce la sala, sta alla cassa e prepara i dolci che, assicurano, le vengono benissimo.

LA CONDANNA. L'ex televenditrice, 69 anni, una condanna a 11 anni e mezzo di carcere per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata e bancarotta fraudolenta, confermata in Cassazione.  Ad oggi ha già scontato metà della pena, ricorda Catalioptti, il suo legale: "Due anni e mezzo di carcere, uno di arresti domiciliari, poi ci sono tre anni di indulto e 270 giorni di anticipata liberazione per la buona condotta in carcere.".

LA METAMORFOSI E IL PENTIMENTO. Tra il carcere di Bologna e Milano l'ex tigre della televendita ha svolto tutti i programmi di rieducazione. Addirittura ha imparato a dipingere, vincendo pure un premio. "I suoi quadri sono belli, piacciono. - ha confessato all'Ansa l'avvocato che la difende - Tanto che nel bar dove lavora ne sono esposti diversi". Vanna Marchi - aggiunge Cataliotti - è "molto serena, equilibrata, con tanta voglia di lavorare. Ora vuole solo dimenticare la sua brutta avventura e ricominciare una nuova vita. Senza un euro in tasca: non ha più un soldo, perché ha risarcito tutte le parti offese. Se è pentita di ciò che ha fatto? Il pentimento è una delle condizioni necessarie per ottenere il lavoro esterno...".

Durerà questo nuova versione ? Staremo a vedere...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm | Scuole, locali, palestre & co: ecco le nuove misure approvate

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +544 nuovi casi, boom a Bologna

  • Test sierologici gratuiti e rapidi, ecco l'elenco delle farmacie aderenti a Bologna e provincia

  • Bar e ristoranti, nuova ordinanza: fissato il termine di chiusure e riaperture

  • Incidente e incendio in A1: scontro tra camion e un morto, autostrada chiusa per quattro ore

  • Bollettino covid Regione: +453. A Bologna 69 nuovi casi: "Oltre la metà da focolai isolati"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento