Xm24, attacco delle Acli: "Si attengano alle leggi se vogliono uno spazio"

"Facciamo in modo che non ci siano associazioni a due binari - avverte il numero uno delle Acli di Bologna, Filippo Diaco - quello dei valori e del rispetto delle regole e quello delle pretese"

Le Acli di Bologna vanno all'attacco del centro sociale Xm24, sgomberato martedi' scorso da via Fioravanti. E criticano il Comune per l'accordo siglato sulla nuova sede. "Facciamo in modo che non ci siano associazioni a due binari - avverte il numero uno delle Acli di Bologna, Filippo Diaco - quello dei valori e del rispetto delle regole e quello delle pretese, delle richieste e, da quello che viene raccontato, del pieno stato di illegalita'.

E mi fermo qui". Secondo Diaco, del resto, "abbiamo altre priorita' in questo momento. E Xm24 non puo' essere una priorita' per la nostra citta'. Vogliono uno spazio? Costituiscano un'associazione e si attengano alle disposizioni di legge", afferma il presidente delle Acli di Bologna. 

(Dire)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

Torna su
BolognaToday è in caricamento