rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

Caso Zaki, ancora un rinnovo di custodia per Patrick

A febbraio scadranno i due anni di custodia preventiva, prorogabili in caso di nuove accuse. Lo studente egiziano rischia fino a 25 anni

Il prossimo febbraio scadranno i 24 mesi di custodia preventiva, anche se potrebbero essere ancora prorogati in caso di emersione di nuove accuse.

Sembra ormai questo l'orizzonte temporale per Patrick Zaki, lo studente Unibo egiziano in carcere dal febbraio del 2019 accusato di sedizione al suo ritorno in Egitto. Ieri la sua legale in Egitto ha fatto sapere all'Ansa che la udienza sulla custodia preventiva ha dato ancora una volta esito negativo, e che pertanto ci si attende una nuova proroga del regime in carcere.

Polemico il portavoce di Amnesty International Riccardo Noury: "Chiedo al governo italiano di protestare formalmente con l'Egitto -scandisce Noury- e chiedo ai parlamentari che hanno votato, alla Camera e al Senato, per la cittadinanza italiana a Zaki di farsi sentire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Zaki, ancora un rinnovo di custodia per Patrick

BolognaToday è in caricamento