rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

A Sanremo Amadeus ricorda il caso di Patrick Zaki: "Torni libero"

Era stato chiesto di installare un cartonato con la figura dello studente egiziano tra le sedie vuote dell'Ariston. Alla fine si è optato per l'appello verbale

"Possiamo solo augurarci che Patrick torni libero e che torni a studiare nella sua Bologna". Amadeus ricorda così sul palco la vicenda di Patrick Zaki, il giovane attivista per i diritti umani e collaboratore dell'associazione Eipr (Egyptian initiative for personal rights), studente all'Università di Bologna arrestato al Cairo il 7 febbraio dello scorso anno.

L'invito arriva nel mezzo della prima serata del festival, dove Bologna è stata rappresentata dalla giovane Matilda De Angelis, in qualità di co-conduttrice. Tornando a Zaki, inizialmente la richieste era stata quella di testimoniare vicinanza al caso lasciando un cartonato seduto in una delle centinaia di sedie dell'Ariston, deserto per via delle restrizioni anticovid. Nei giorni scorsi il mancato riscontro a questa proposta aveva fatto sollevare più di un sopracciglio, ma alla fine evidentemente si è optato per un appello verbale, fatto da Amadeus in persona.

La situazione per Zaki intanto rimane invariata: dopo l'ennesimo rinvio di altri 45 giorni di carcere preventivo la nuova data per una udienza di scarcerazione cadrà a metà aprile, a un anno e due mesi ormai dall'arresto del 28enne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sanremo Amadeus ricorda il caso di Patrick Zaki: "Torni libero"

BolognaToday è in caricamento