menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rumore in zona U, in arrivo i dati Arpae: scintille tra residenti e gestori dei locali

E' in dirittura di arrivo il report sul rumore sollecitato dal procuratore capo di Bologna dopo l'incontro con i residenti

E' in dirittura di arrivo il report di Arpae sul rumore sollecitato dal procuratore capo di Bologna, Giuseppe Amato, dopo l'incontro avuto qualche tempo fa con i residenti della zona universitaria. Lo ha riferito oggi l'assessore Riccardo Malagoli in commissione. 

Le misurazioni sono state effettuate "in diversi luoghi della città" e non solo in zona universitaria, spiega Malagoli, ma sotto esame ci sono piazza Verdi e dintorni: la "zonizzazione del rumore" di Arpae "può essere uno degli elementi che domani ci possano far lavorare sul tema specifico della convivenza tra i vari attori che frequentano quel luogo: giovani, residenti e commercianti", quindi dice l'assessore "ci dovremo confrontare sia con i residenti che con i gestori" mantenendo un "dialogo" con la Procura.

I GESTORI DEI LOCALI. L'obiettivo non sarebbe quello di silenziare la zona: "Vogliamo che rimanga viva", ma osti e residenti sono già ai ferri corti. "L'Arpae è un problema - secondo Giovanni Serrazanetti della Cantina Bentivoglio e del consorzio Enjoy- andiamo a scoperchiare un vaso di Pandora", quindi rischierebbe "qualsiasi dehor" e non solo, visto che "la metà dei bus che Tper manda in giro sono contrari alla legge". Per Serrazzanetti la ricetta è quella di aumentare la frequentazione da parte di persone "la cui sola presenza combatte il degrado" rivendicando i risultati ottenuti con il jazz in via Mascarella, ma sarebbe"inutile offrire attrattività a una zona se poi non si può accedere". Il gestore afferma che dall'istituzione della zona U la presenza dei bolognesi "è drasticamente calata".

l rilancio del quartiere universitario "non può prescindere da una seria attenzione all'accessibilità e non solo di giovani e studenti ma di tutta l'altra parte di città" continua Serrazanett che enumera la serie di "promesse non mantenute" riguardanti parcheggi, navette e taxi.

I RESIDENTI. "L'Arpae non è pericolosa - è la risposta di Giuseppe Sisti dell'associazione via Petroni e dintorni - dimostra oggettivamente una situazione di inquinamento acustico", ovvero "uno dei maggiori problemi della zona universitaria" ed è quello che "crea i danni maggiori ai cittadini". Non a caso alcuni rilievi, negli ultimi giorni, sono stati fatti "dalle nostre abitazioni", spiega Sisti: ora "speriamo che, sulla base delle risultanze, vengano presi provvedimenti da parte della magistratura". (agenzia dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento