Coronavirus, comitato via Petroni: "Bologna non diventi un bar a cielo aperto"

L'associazione Via Petroni e dintorni si rende disponibile a collaborare con il Comune per il futuro ludico della notte bolognese nel rispetto dei diritti e della salute di tutti

Foto archivio

La città di Bologna "non può diventare un bar a cielo aperto". I residenti della zona universitaria si oppongono al progetto del Comune per la ripartenza di locali e pubblici esercizi, che prevede un allargamento degli spazi all'esterno per consentire le consumazioni in tutta sicurezza.

"Ci rendiamo disponibili a collaborare con tutti nella ricerca di giuste e accettabili soluzioni - manda a dire l'associazione Via Petroni e dintorni - chiediamo all'amministrazione comunale che ogni nuova decisione e iniziativa sul futuro ludico della notte bolognese venga presa con grande buon senso, stabilendo fin da subito regole inequivocabili che consentano, a chi vuole operare, di farlo nel rispetto dei diritti e della salute di tutti. Contro chi non vorrà o non saprà garantire questo comportamento, chiediamo che vengano presi immediati ed efficaci provvedimenti che impediscano di perseverare in atteggiamenti dannosi per la collettività. Auspichiamo che questo sia il primario obiettivo del sindaco, delle istituzioni civili e culturali, delle associazioni di categoria, dei lavoratori e dei cittadini".

In queste settimane di lockdown, spiega l'associazione, "per noi residenti del centro storico è stato sorprendente, ancorché piacevole, ritrovare la quiete notturna che da troppi anni non eravamo più stati in grado di assaporare. Non pretendiamo che, in nome di questa quiete, si debba sacrificare in modo indiscriminato ogni legittima necessità di lavoro. Sarebbe folle e ingiusto. Chiediamo solo che questa sia l'occasione per ripensare una nuova forma di virtuosa convivenza - ammonisce l'associazione di via Petroni - la città non è semplicemente uno spazio che deve essere sfruttato e consumato in modo indiscriminato. La città è un luogo dove vivere, socializzare e lavorare e deve avere abitanti che devono poter usufruire di attività commerciali, servizi, divertimento e cultura con modalità corrette". (Dire)

Coronavirus, fase 2: chi sono i 'congiunti' che si possono incontrare?

Covid-19, fase 2: quali spostamenti sono consentiti? Le domande più frequenti

Covid-19, i ricercatori Unibo: "Il vaccino dovrà tenere conto di una speciale proteina, la Spike"

Coronavirus Emilia-Romagna, 2 maggio: +206 casi, 332 nuovi guariti. "Record della fase calante"

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 maggio: altri 9 decessi e 45 nuovi contagi

Coronavirus e fase 2, Merola: "Siate responsabili, non è un liberi tutti"

Coronavirus, fase 2: le nuove regole per viaggiare sugli autobus Tper

Covid-19 e anziani, la psicologa spiega a chi si prende cura di loro come gestire la quarantena

Coronavirus, presidio dei rider: "Non siamo eroi, siamo lavoratori"

Coronavirus, fase due per estetisti e parrucchieri: accordo in Regione su misure anti-contagio

Coronavirus, fase 2: mascherine e posti "a scacchiera", cosa cambia sui treni e nelle stazioni

Coronavirus: infezione dopo il trapianto, morto Adriano Rinaldi, storico 'padre' dei pub bolognesi

Scuola, l'assessora fa il punto su riaperture, maturità e centri estivi: "Il tema divide, ma la salute resta al primo posto"

Coronavirus e fase 2, Bonaccini frena su visite ad amici: "È un po' azzardato"

Fase 2 e mobilità. Bici e piste di emergenza, Merola: "Forte alternativa all'auto privata"


Ecco il testo completo del nuovo DPCM 26 aprile 2020

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento