Il cardinale Matteo Zuppi affida l'economato della Curia a due imprenditori

D'ora in avanti saranno nelle mani di due laici le chiavi della cassaforte della Curia di Bologna

Il cardinale arcivescovo Matteo Zuppi ha infatti nominato oggi il nuovo economo di via Altabella: si tratta dell'ingegner Giancarlo Micheletti, diacono nella parrocchia di Sant'Antonio alla Dozza e con un passato di manager alla Datalogic, decorato con la stella al merito per il lavoro nel 2013. D'ora in avanti saranno nelle mani di due laici le chiavi della cassaforte della Curia di Bologna.

Micheletti sarà affiancato da un vice-economo, incarico che Zuppi ha affidato a Sabrina Gruppioni, imprenditrice e consulente, già entrata all'Economato dell'Arcidiocesi nel 2017 "con il compito di razionalizzare e rinovare la struttura dell'amministrazione diocesana", spiega la Curia. Micheletti e Gruppioni succedono a monsignor Gianluigi Nuvoli, che è stato economo di via Altabella per quasi 30 anni.

"Sarà un sostegno importante a molte persone"

"Se la Diocesi di Bologna ha delle risorse - dice Zuppi- e in particolare la speciale provvidenza della eredità Faac, lo si deve alla sua determinazione. Sono risorse ingenti che permettono alla Chiesa bolognese, per un'intuizione felice del cardinale Caffarra, di dare un sostegno importante a molte persone". L'avvicendamento sarà affettivo a partire dal 24 agosto, dopo la pausa estiva. Durante una convocazione straordinaria oggi in Curia, Zuppi ci ha tenuto inoltre a sottolineare "la scelta come segno dei tempi di due laici, qualificati per esperienza e competenza professionale, in questa delicata responsabilità"

(agenzia DIRE) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento