Pasta all’uovo senza sfoglia, il passatello: la ricetta

Il passatello non si prepara con una sfoglia, bensì origina da un composto a base di pangrattato, uova e parmigiano, che si sviluppa per mezzo di un "ferro", in una specie di torchiatura a mano. Originario della romagna, sotto le due torri viene servito in brodo.

Passatelli in brodo

Il passatello è una delle paste più saporite di tutta la cucina emiliana. Va detto subito, la sua origine è romagnola, ma fa comunque parte del ricettario tradizionale bolognese. Sotto le due torri si cucina come pasta in brodo, ma le ricette romagnole e marchigiane lo vedono spesso abbinato a sughi asciutti, con funghi o tartufi. La caratteristica principale del passatello è che non si prepara con una sfoglia, bensì origina da un composto a base di pangrattato, uova e parmigiano, che si sviluppa per mezzo di un “ferro”, in una specie di torchiatura a mano. La ricetta che vi proponiamo è quella bolognese, in brodo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SCOPRI LA RICETTA (clicca su continua --> )

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

  • Coronavirus Emilia-Romagna, calo contagi e casi attivi: guarito oltre il 73% dei contagiati

Torna su
BolognaToday è in caricamento