Dalla Rete Centro Storico / Piazza Maggiore

Nozze Gay, Alfano 'sposa' Renzi: "Unica unione legittimata da questo Governo"

Con tanto di matrimonio in grande stile, celebrato davanti al Comune. E' l'iniziativa ironica e simbolica promossa dal Cassero per contestare lo stallo sul riconoscimento delle nozze tra persone dello stesso sesso

Si è concluso con il classico e immancabile "Vi dichiaro marito e moglie", ma quello di stamattina celebrato davanti a Palazzo d'Accursio non era un matrimonio come tutti gli altri. Come annunciato qualche giorno fa, è infatti andata in scena sotto la sede del Comune l' ''unione'' tra Matteo Renzi e Angelino Alfano, l'iniziativa ironica e simbolica promossa dal Cassero Lgbt Center, il circolo dell'Arcigay, per contestare lo stallo intorno al riconoscimento delle nozze tra persone dello stesso sesso e all'annullamento della trascrizione in Comune dei matrimoni contratti all'estero.
"L'unico matrimonio tra persone dello stesso sesso che questo Governo ha legittimato- spiegano gli attivisti del Cassero- quello tra il presidente del Consiglio, il ''democratico'' Matteo Renzi e il suo vice, il clericale Alfano".
Due figuranti con maschere che raffiguravano il premier e il ministro dell'Interno, sono quindi convolati a nozze nella splendida cornice di piazza Maggiore, tra lanci di riso e applausi, unione ufficializzata da un'improbabile sindaco con tanto di parrucca rosa e tacchi alti.

10698574_881831161861887_1909202426295588748_n-2

"E' nella tradizione del'ironia del Cassero, è una presa in giro nei confronti di Renzi perchè a tutte le promesse non sono mai seguiti i fatti- dice Franco Grillini, consigliere regionale uscente di LibDem e storico esponente del movimento gay- aveva detto un anno fa che in 100 giorni avrebbe fatto le unioni civili e non l'ha fatto, questa estate l'aveva promosso di nuovo e non è successo nulla. Adesso ha detto a gennaio, ma la legge è ferma in Senato. Il problema che l'Italia rimane e continua ad essere l'unico Paese della vecchia Europa senza una legislazione che riconosca i diritti delle coppie di fatto".
Serve altro, secondo Grillini: "Noi siamo per il matrimonio egualitario, per l'estensione dell'isitituto matrimoniale anche alle coppie omossessuali e vogliamo che ci siano più leggi che permettano a tutti di poter scegliere qual'è il modo migliore di sistemare le proprie relazioni affettive e di convivenza nell'ambito della legislazione". E quindi "speriamo che questa iniziativa ironica sia accolta come tale da Renzi, che sappiamo essere una persona ironica, e che non si faccia ricattare dai gruppi fanatici e clericali".

Grillini definisce invece il partito di Alfano, l'Ncd, "una sorta di califfato italiano che esercita un ricatto sulla legislazione dei diritti civili e minaccia ogni volta che si affrontano questi temi di far cadere il Governo. E' una cosa inaccettabile anche perchè in Parlamento c'è una maggioranza trasversale che è in grado di approvare rapidamente una legge che riconosca l'uguaglianza delle coppie omosessuali e quindi Renzi non si faccia ricattare da Alfano".

(agenzia Dire)

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nozze Gay, Alfano 'sposa' Renzi: "Unica unione legittimata da questo Governo"

BolognaToday è in caricamento