rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Diretta

Elezioni regionali Emilia Romagna: exit poll e primi risultati. Spoglio in DIRETTA

Giornata di voto in Emilia Romagna dove i residenti sono stati chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente e rinnovare il consiglio della Regione. Fari puntati sullo scontro tra Bonaccini, candidato del centrosinistra, e Borgonzoni, candidata per la coalizione di centrodestra

Lunga giornata di voto in Emilia Romagna dove i residenti sono stati chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente e rinnovare il consiglio della Regione. Fari tutti puntati sullo scontro tra il dem Stefano Bonaccini, candidato del centro-sinistra, e Lucia Borgonzoni, candidata per la coalizione di centrodestra.

BolognaToday segue in diretta lo spoglio fino al responso che decreterà il nuovo Governatore della Regione. Un voto, come si è detto più volte durante questa accesa campagna elettorale, deciso probabilmente anche per le sorti del Governo giallo-rosso nazionale.

Intanto il primo sconfitto della serata è sicuramente stato l'astensionismo, che invece trionfò all'ultima tornata elettorale, al termine della quale si contarono poco più del 37% degli aventi diritto alle urne. Qusta volta invece gli emiliano-romagnoli si sono mobilitati (ha votato il 67,7%) e Bologna si è attestata come la provincia con la maggior percentuale di elettori ai seggi (70,9%).

Elezioni regionali Emilia Romagna, i primi commenti dopo il voto

"Per la prima volta in 70 anni c’è stata partita in questa Regione - ha dichiarato Matteo Salvini (VIDEO) -. Chiunque vinca lo avrà meritato, che si chiami Lucia o che si chiami Stefano. Quando il popolo si esprime, ha sempre ragione. Se vinco sono felice, se perdo sono felice lo stesso, ma dal giorno dopo lavoro il doppio". Poco dopo anche la delfina del leader della Lega, Lucia Borgonzoni, ha rilasciato le sue dichiarazioni a caldo parlando di "risultato storico" (VIDEO).

"Voglio dare un grande abbraccio a Stefano Bonaccini - ha dichiarato il segretario generale Pd, Nicola Zingaretti -. Ha fatto una campagna eroica da bravo presidente qual è. Grazie a chi ha combattuto e felice de risultato di Stefano, i dati indicano una grande vitalità dell'elettorato. Dobbiamo dire un immenso grazie al Movimento delle sardine, è giuto dirlo".

"In Emilia Romagna non scompare il M5S, ma Forza Italia, che probabilmente non avrà neanche un seggio in Consiglio regionale. Bonaccini in campagna elettorale ha rilanciato i nostri temi e va benissimo. Lo aspettiamo sul trasporto locale gratuito, sul piano di riconversione ecologica delle aziende, sui 4,5 milioni di alberi che pianterà e sull'acqua pubblica. Per quanto riguarda la Borgonzoni ci aspettiamo che venga a sedersi in Consiglio regionale e non al Senato, in quanto le due cariche sono incompatibili. Ringrazio i cittadini che hanno votato. Abbiamo ottenuto un dato d'affluenza enorme e mi riempie il cuore ed era quello che volevamo. Questa elezione ha dato forza al nostro governo nazionale e di questo siamo molto felici". Così il primo commento a chiusura dei seggi del candidato del M5S Benini.

Bonaccini su Facebook: Grazie a tutte le persone che hanno lavorato e stanno lavorando nei comuni e nei seggi: presidenti, segretari, scrutatori, rappresentanti di lista, dipendenti comunali e forze dell'ordine. In modo ordinato e accogliendoci con un sorriso ci hanno permesso di esercitare la democrazia". Il presidente fa un appello al governo: "Provare a ridurre il tasso di litigiosità, è utule per il paese provare a dare una prospettiva per evidenziare le cose buone. Il governo ha messo 4 miliardi sulla salute pubblica, mi auguro che il trovi serenità perché questo paese si è fermato ma deve tornare a correre. Spero che ci sia la volontà di lavorare".

Berlusconi parla alla Rai: "In Emilia Romagna vittoria culturale conseguita. La sinistra non riesce più neanche a parlare al suo blocco sociale di riferimento".

Benini: "Siamo molto soddisfatti, scompare Forza Italia, aspettiamo che la Borgonzoni sieda in consiglio regionale e si dimetta dal senato, aspettiamo Bonaccini sui nostri temi, trasporti pubblici gratuiti, acqua pubblica, nessuna deroga alle slot. Abbiamo fatto una campagna elettorale in salita, non abbiamo avuto la visibilità mediatica".

Elezioni Regionali Emilia-Romagna, dati di affluenza definitivi

Elezioni Regionali Emilia Romagna, exit poll e prime proiezioni

Ore 2.30 - La forbice si allarga

La terza proiezione delle 2.30 rivela una forbuce du circa 7 punti, con Stefano Bonaccini al 51.3% e Lucia Borgonzoni al 43%.

Ore 1.33 - Massiccio ricorso al voto disgiunto per Bonaccini
Secondo la lettura delle proiezioni Rai, Bonaccini beneficia del voto disgiunto per circa un 4% dell'elettorato, circa la metà proveniente dal centro-destra e l'altra metà dal M5S

Ore 1.32 15 sezioni scrutinate in provincia su 387
Bonaccini è al 51,28%, mentre Borgonzoni al 43,55, Benini al 3,11%

Ore 1.18 proiezioni:Queste le proiezioni Rai con una copertura del campione del 18%, a cura del consorzio "Opinio". Secondo tali dati la Lega è il primo partito in Emilia-Romagna col 31,7%, il Pd distante di pochissimo al 31,3%. Fratelli d'Italia è la terza forza in Emilia-Romagna con il 9,7%. La lista di Bonaccini (con dentro personalità di Italia Viva e Italia in Comune) al 5,9%. C'è poi il Movimento 5 Stelle al 5,2%, Emilia-Romagna coraggiosa 3,7%, Forza Italia 3%, Europa verde 2,5%, Borgonzoni presidente, +europa 1,6% Ore 00.47 Seconda proiezione Swg per La7, copertura all'18%

Lega 31,5%, FdI 8,1%, Forza Italia 2,5%, Borgonzoni Presidente 2.3%, Giovani e Ambiente 0,5%, Popolo della Famiglia 0.4. La coalizione di centrodestra totalizza il 45,3%

Ore 00.47 Seconda proiezione Swg per La7, copertura all'18%
Pd 31,7, Bonaccini Presidente 6,8, Emilia Romagna Coraggiosa 3,9, Europa Verde 3, Più Europa 1,3 e Volt 0,6. La coalizione di centrosinistra totalizza il 47.2%

Ore 00.47 Seconda proiezione Swg per La7, copertura all'18%
Bonaccini 51.8, Borgonzoni 43, Benini 4.2, Laura Bergamini 0,9, Domenico Battaglia 0,2, Stefano Lugli 0,3 e Marta Collot 0.3

Elezioni Regionali: un giro ai seggi

Ore 00.41 EMILIA ROMAGNA, 18 sezioni su 4520
Lucia Borgonzoni 50,54%, Stefano Bonaccini 45,21%

Ore 00.02 Proiezione Opinio Rai delle 23,56, copertura campione 6%

Bonaccini 48,2, Borgonzoni 45,9% e Benini 4,3%

Ore 00.00 Prima proiezione Swg per La7, copertura all'8%
Così gli altri partiti: M5S 5,8%, Movimento 4 0,5, Partito Comunista 0,5, L'Altra Emilia Romagna 0,4, Potere al Popolo 0,3

Ore 23.56 Prima proiezione Swg per La7, copertura all'8%
Lega 31%, FdI 8,3%, Forza Italia 2,7%, Borgonzoni Presidente 2.1%, Giovani e Ambiente 0,6%, Popolo della Famiglia 0.2. La coalizione di centrodestra totalizza il 44,9%

Ore 23.55 Prima proiezione Swg per La7, copertura all'8%
Pd 31,2, Bonaccini Presidente 7,4, Emilia Romagna Coraggiosa 4,4, Europa Verde 2,8, Più Europa 1,3 e Volt 0,5. La coalizione di centrosinistra totalizza il 47.6%

Ore 23.52 Prima proiezione Swg per La7, copertura all'8%
Bonaccini 51.8, Borgonzoni 41.5, Benini 4.4, Laura Bergamini 1.3, Domenico Battaglia 0,5, Stefano Lugli 0,3 e Marta Collot 0.2

Ore 23.36 Proiezione flash di Swg per La7
Bonaccini 48.6-52.6, Borgonzoni 40-44. Errore statistico +-2.32%

Ore 23.34 Secondo Exit Poll Rai
Bonaccini 48-52%, Borgonzoni 43-47%,  Benini 2-5%, Collot 0-1%

 Ore 23 - Primi exit poll: Bonaccini 47-51%, Borgonzoni 44-48%, Benini 2-5%, Collot  0-1%
 

Elezioni Regionali Emilia-Romagna, dati di affluenza alle ore 19

Elezioni Regionali Emilia-Romagna, dati di affluenza alle ore 19

Oggi elezioni regionali in Emilia Romagna. Ecco i dati di affluenza nella città metropolitana di Bologna e in Regione a fine pomeriggio

Oggi elezioni regionali in Emilia Romagna. Ecco i dati di affluenza nella città metropolitana di Bologna e in Regione  alle ore 19.00: i numeri arrivano comune dopo comune e il primo dato parziale conta un 60,12%, ma devono ancora essere presi in esame molti dei 328 comuni. 

Percentuale già definitiva quella dell'affluenza alle ore 19 a Bologna: hanno votato 185.038 cittadini, pari al 60,8% degli aventi diritto. Il totale degli aventi diritto nel Comune di Bologna è 304.243 persone, di cui 143.577 maschi e 160.666 femmine. La prossima rilevazione riguarderà i dati totali dell'affluenza alle ore 23, alla chiusura delle urne.

I primi dati della giornata: i dati di affluenza a mezzogiorno

I primi dati sull'affluenza sono arrivati alle 12.00 di oggi registrando dei numeri molti più alti rispetto alle consultazioni del 2014: 23,44% (contro il 10,77% delle precedenti elezioni dell'Emilia-Romagna) e, mentre sulla città di Bologna eravamo al 24,7%, che corrisponde a 75.344 cittadini. 

SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

Regionali, Collot (Potere al Popolo): "Con Bonaccini vince un progetto di destra. Lega comunque +10% dalle ultime regionali"

Regionali, Collot (Potere al Popolo): "Con Bonaccini vince un progetto di destra. Lega comunque +10% dalle ultime regionali"

Marta Collot la candidata alla presidenza dell'Emilia Romagna per Potere al Popolo, commenta a caldo il risultato elettorale (per lei uno 0,30%)

Marta Collot la candidata di Potere al Popolo, commenta a caldo il risultato elettorale, per lei uno 0,30%: "Bonaccini ha vinto, e con lui vince il progetto di un'amministrazione regionale che privatizza, cementifica, toglie le case popolari e regala alle imprese il privilegio di sfruttare i lavoratori. Ha vinto chi sostiene l'autonomia differenziata.  Bonaccini ha vinto, e con lui vince un progetto di destra".

"La Borgonzoni ha perso, è vero, ma la Lega segna un aumento di oltre 10 punti percentuali dalle ultime elezioni regionali. Chi pensava di fermare l'avanzata fascista nella nostra regione deve ridimensionare la propria felicità, perché continuando a scegliere politici di destra è proprio questa che viene rafforzata. Un voto al PD oggi sono due voti alla Lega domani, l'abbiamo detto fin dal primo giorno. E infatti, a fronte del 50% di un candidato "democratico" che ha chiesto il voto disgiunto a destra e a sinistra, Lega e PD hanno risultati pressoché uguali". 

"Noi di Potere al Popolo - continua Collot - abbiamo usato le elezioni per rafforzare la battaglia politica che portiamo avanti da sempre, e che sempre porteremo avanti. Abbiamo rafforzato i nostri legami con le lotte di questa regione, dalla sanità privatizzata alla logistica schiavizzata.  I risultati elettorali di Potere al Popolo li analizzeremo nei prossimi giorni, con dati alla mano, perché in questo clima di scontro tra finte opposizioni non poteva andare in modo differente. E anche questo l'avevamo detto chiaramente. Al progetto del partito trasversale degli affari ci siamo sempre opposti e ci opporremo con più forza di prima, convinti delle nostre ragioni, fuori dall'ubriachezza di questa campagna elettorale drogata. Una lunga marcia inizia sempre con piccoli passi, e noi stiamo camminando con coerenza e senza cedere un millimetro a logiche di cartelli elettorali e di utilità del voto che ci vorrebbero imporre".

Regionali: Lega sconfitta (anche nei luoghi simbolo della sua campagna elettorale), ma non si perde d'animo: "Da domani al lavoro" | VIDEO

Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

Elezioni Regionali Emilia-Romagna, dati di affluenza definitivi

Regionali, Bonaccini festeggia a Casalecchio: "L'arroganza non paga mai" | VIDEO

Bonaccini presidente, la lunga notte elettorale e l'arrivo all'alba in Regione | VIDEO

BolognaToday è in caricamento