rotate-mobile
Economia Pilastro / Via dei Trattati Comunitari Europei

Esportare all’estero: incentivi alle imprese dell’Emilia Romagna

Un passo importante per superare la crisi: Confapi ed Emil Banca favoriscono l'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese "Purchè abbiano un buon progetto"

Buone notizie per le piccole e medie imprese che intendono affacciarsi sui mercati esteri e superare l’incertezza del mercato italiano. Il Direttore CONFAPI Giancarlo Inglese ha espresso, durante l’incontro “Commercio Estero e Internazionalizzazione delle Imprese” svoltosi ieri sera a Bologna, l’importanza dell’opportunità che le Banche di Credito Cooperativo possono offrire alle piccole e medie imprese del territorio che decidono di esportare: “Un aiuto importante per chi ha un progetto da realizzare”.

La crisi del mercato interno porta le imprese italiane a investire nel mercato estero e a questo punto entrano in gioco gli Istituti di Credito Cooperativo, che possono offrire strumenti importanti alle buone idee. L’incontro, dal titolo “Commercio Estero e Internazionalizzazione delle Imprese”, ha visto la partecipazione e i contributi di Adriano Mazzocco, presidente di CONFAPI Bologna, del direttore Area Mercati Emil Banca Gianluca Pavan, del Responsabile business line Estero Iccrea BancaImpresa Massimo Meliconi, del Responsabile Export Finance Iccrea BancaImpresa Giuseppe Filiaci.
Massimo Meliconi, ha fatto una panoramica che, partendo dal rischio percepito dai mercati italiani, intravede nella forza dell’export tornato in valore ai livelli pre-crisi, uno dei punti di forza per le piccole e medie imprese: “Il ristagno e la recessione del mercato interno rendono maggiore il costo del denaro e diventa più difficile per le imprese avvicinarsi alle banche per ottenere dei prodotti di credito”. Da qui l’avvicinamento da parte del Gruppo con agevolazioni per chi intende affacciarsi sul mercato estero.

Confapi Bologna ed Emilbanca

In concreto, come spiega Giuseppe Filiaci, si tratta di mutui chirografari concessi alle PMI e destinati a finanziare attività/investimenti riconducibili al processo di internazionalizzazione delle imprese beneficiarie. L’operazione beneficia della copertura assicurativa SACE a garanzia del mancato rimborso del finanziamento da parte del mutuario; la garanzia copre fino al 70% del capitale prestato in forza della convenzione con SACE. L’oggetto del finanziamento non è limitato alle operazioni effettuate all’estero, ma a tutto ciò che sostiene l’impresa nel processo di crescita sui mercati esteri, nell’ambito di un progetto articolato che viene valutato in quanto tale.

I NUMERI DELL’EMILIA ROMAGNA. E’ Massimo Meliconi a “dare i numeri” sulla nostra regione. L’Emilia Romagna si posiziona al terzo posto della classifica delle Regioni italiane per l’esportazione con periodo di riferimento fra il gennaio e il settembre 2011 rispetto al 2010: al primo posto la Lombardia con 77.353 milioni di euro seguita dal Veneto con 37.531 euro, c’è poi la nostra regione con 35.768 euro. I prodotti esportati sono prodotti dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca (14,2%), prodotti delle attività manifatturiere (13%), macchine ed apparecchi (21,4%), mezzi di trasporto (14%).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esportare all’estero: incentivi alle imprese dell’Emilia Romagna

BolognaToday è in caricamento