Mercoledì, 17 Luglio 2024
Economia Fiera / Piazza della Costituzione

Apre il SAIE 2011. Tra i padiglioni: "Edizione fiacca". Spettro del Made incombe?

Campagnoli rassicura: "Il SAIE resta un punto di riferimento. Già confermato il 2012". Ma in molti hanno disertato, in contemporanea si svolge MADE Expo di Milano, che interessa stesso settore

Inaugurata questa mattina all'ingresso della Fiera, la 47ma edizione del SAIE, Salone Internazionale dell'Edilizia, quest'anno in contemporanea al MADE Expo di Milano, che tratta sempre il settore dell'edilizia e delle costruzioni e che ha messo a dura prova le aziende, indecise su quale scegliere.

BOLOGNA VS MILANO. Dopo il taglio del nastro Duccio Campagnoli commenta: "Sarebbe stato meglio lavorare insieme per far prevalere gli interessi delle imprese. Ma il SAIE di Bologna resta sempre il punto di riferimento per il settore e confermiamo già l'edizione del 2012". Così lanciando l'ennesima frecciatina ai colleghi milanesi che proprio in questi giorni hanno avviato Il Made, che mira allo stesso traget della kermesse bolognse. Cosa non gradita dal numero uno di via Michelino, che rinfacciò: "Basta scopiazzare le nostre idee"

Come se non bastasse la querelle tra i poli fieristici di Bologna Milano viene riaccesa dalla trovata dei meneghini di tappezzare il perimetro di BolognaFiere con manifesti che pubblicizzano il Made.

Tra i padiglioni del Saie 2011

AFFLUSSO DIMINUITO. Il corteo composto dalle istituzioni Comunali e Regionali ha cominciato il suo giro fra i padiglioni. Avvio ufficiale di questa edizione che si presenta un "po' fiacca rispetto al passato", secondo quanto mormorano gli addetti ai lavori.

Sono passate solo poche ore dall'apertura dei battenti e già qualcuno commenta l'afflusso del giorno inaugurale: "Ci sembra che i visitatori siano diminuiti rispetto agli anni scorsi - commenta l'addetta al desk di uno stand fra i più noti - ma per tirare le somme è necessario aspettare fino all'8, il giorno di chiusura. Noi abbiamo uno stand anche al MADE di Milano e solo alla fine potremo fare un paragone".

Anche un allestitore esprime un certo pessimismo: "Gli stand sono decisamente meno rispetto alla scorsa edizione" e un visitatore accusa la Fiera di Bologna: "Bologna si sta facendo 'soffiare' tutte le fiere, vedremo se anche il SAIE espatrierà".

PAROLA D'ORDINE: La parola d'ordine del SAIE 2011 "è innovazione". A sostenerlo è Duccio Campagnoli, che fa riferimento anche alla sostenibilità ambientale, presupposto ormai necessario per qualsiasi intervento urbano: sabato 7 ottobre alle 10 in fiera il convegno "Una Nuova Politica Edilizia per la Città e il territorio: riqualificazione urbana e sostenibilità"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre il SAIE 2011. Tra i padiglioni: "Edizione fiacca". Spettro del Made incombe?
BolognaToday è in caricamento