menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
presetazione Vicker a Palazzo D'Accursio

presetazione Vicker a Palazzo D'Accursio

Lavoro 2.0: dal ciappinaro all'estetica a domicilio, ora si reclutano via App

E il prezzo lo decide chi acquista il servizio. E' l'idea lanciata dalla start up Vicker, patrocinata dal Comune, che tutela i micro job

Dal ciappinaro alla babysitter, dall'idraulico, all'estetista a domicilio, dalla colf al professionista a partita Iva: d'ora in poi li rintracci attraverso una app. Non solo. Il prezzo lo fissa chi chiede il servizio, chi lo realizza è coperto da un'assicurazione contro gli infortuni ed è regolarmente retribuito secondo la formula della prestazione occasionale. L'applicazione, l'unica nel settore dei mini-job riconosciuta dal ministero del Lavoro e patrocinata dal Comune di Bologna, si chiama appunto Vicker ed è già attiva in altre città italiane.

COME FUNZIONA. Basta scaricare l'app dai canali tradizionali o andare sul sito www.Vicker.org e indicare cosa serve, dove, quando, fissando un budget (minimo 20 euro): a quel punto arriveranno le candidature delle persone disponibili a fare il ''lavoro'' richiesto al corrispettivo proposto. Sul sistema si può trovare di tutto, dal ciappinaro al professionista: in comune hanno il fatto di essere stati prima selezionati attraverso la valutazione del curriculum e un colloquio: insomma, l'app non invia sconosciuti.

I pagamenti sono tracciati attraverso Paypal o carte di credito, impedendo ogni tipo di transazione in nero. E per evitare che chi svolge un lavoro non venga poi pagato, Vicker trattiene il dovuto fino a 48 ore dopo la prestazione e la versa al lavoratore solo dopo aver ricevuto l'ok di entrambe le parti (il sistema trattiene il 20%, ma chi si propone per un lavoro sa subito la somma netta che riceverà come compenso).

VIA ALLA SELEZIONE DELLE VARIE FIGURE. Nei prossimi giorni Vicker iniziera'' la campagna di reclutamento dei lavoratori anche a Bologna e non appena avrà raggiunto una soglia minima di persone da schierare in città (circa 400, due almeno per ciascuna delle 180 categorie disponibili) , partirà ufficialmente con il servizio.

LANCIO IN COMUNE. A salutare l’arrivo in Città della piattaforma (già attiva a Roma, Milano, Torino, Padova e Vicenza) a Palazzo d’Accursio si sono ritrovati Matteo Lepore, Assessore all’Economia e promozione della Città, Turismo, Relazioni Internazionali e Agenda Digitale, e i fondatori della start up Matteo Cracco e Luca Menti appena rientrati dal Web Summit di Lisbona.

“Ringraziamo il Comune di Bologna e l’Assessore Lepore in particolare, per il supporto e la fiducia accordatici e siamo sicuri che i bolognesi – fa sapere Matteo Cracco, AD di Vicker – intuiranno rapidamente che la digital economy in cui crediamo noi è quella che porta benessere concreto nella vita delle persone: in questo caso con nuove opportunità di lavoro legale, trasparente e tutelato, e con una piattaforma a cui rivolgersi, con fiducia e senza temere frodi di sorta, per richiedere un servizio e risolvere i problemi di tutti i giorni, come trovare un idraulico per riparare il lavandino o un tuttofare per svuotare la cantina e così via”.

Puntando su Bologna, Vicker vuole dare il suo contributo a rendere la Città ancora più smart, lavorando in sinergia con l’Amministrazione che supporta l’iniziativa: "Il Comune di Bologna – fa sapere Matteo Lepore, Assessore all’Economia e promozione della Città – è lieto di sostenere questa start up; sono convinto che Vicker incontrerà l'interesse di tanti cittadini bolognesi e sarà un'occasione nuova per far incontrare in maniera veloce domanda e offerta relativa ai piccoli lavori di tutti i giorni. In questa maniera tutti potranno guadagnare più tempo da dedicare ai propri interessi”.

ABOUT VICKER. Vicker è un’agenzia digitale di intermediazione lavoro, che mette in contatto la domanda e l’offerta di prestazioni d’opera, come nel caso di chi non ha tempo o non è in grado di fare tante piccole attività quotidiane e di chi abbia invece talento e offra la propria professionalità per sbrigare proprio quei lavori pratici di cui si può aver bisogno. Sono oltre cento le categorie dei servizi disponibili: attualmente le più gettonate sono “pulizie”, “riparazioni” e “giardinaggio”, seguite da “bellezza e benessere”. Nelle ultime settimane va forte anche la richiesta di “traslochi” e quella per termoidraulici, di certo legata alla stagione.
Vicker ha un’interfaccia semplice ed intuitiva e infatti viene utilizzata da persone di tutte le età, sia per richiedere servizi che per candidarsi come lavoratori, che vengono verificati e tutelati con una polizza contro gli infortuni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento