Martedì, 18 Maggio 2021
Economia

Superamento del 'Jobs act': firmato accordo in Lamborghini e Ducati

Prevedono l'introduzione, a favore dei lavoratori e delle lavoratrici di una procedura sindacale di tutela preventiva in caso di rischio di licenziamento o di demansionamento

Due importanti accordi sindacali in Automobili Lamborghini e in Ducati Motor dalle rispettive RSU, da FIM FIOM UILM Bologna con le due Direzioni Aziendali.

In pratica un cambio di passo rispetto al 'Jobs act' con una particolare attenzione sulla disciplina dei licenziamenti, delle mansioni (cosiddetto "demansionamento") e gli strumenti di controllo a distanza. 

"I due accordi fondano le proprie radici nella cultura di partecipazione negoziata sostenuta dalla contrattazione aziendale (da ultimi l'integrativo aziendale dell'8 giugno 2015 per Automobili Lamborghini e del 4 marzo 2015 per Ducati Motor)" si legge nella nota FIM - FIOM - UILM BOLOGNA "formalizzando e migliorando le prassi in essere, prevedono l'introduzione, a favore dei lavoratori e delle lavoratrici (indipendentemente dalla data di assunzione), di una procedura sindacale di tutela preventiva in caso di rischio di licenziamento o di demansionamento".

I lavoratori avranno il diritto ad attivare un confronto sindacale preventivo, con la presenza della propria Organizzazione Sindacale e della RSU, volto ad identificare tutte le soluzioni alternative al licenziamento o finalizzate alla tutela delle professionalità acquisite e delle posizioni retributive (in caso di rischio demansionamento). Allo stesso modo, visti i cambiamenti normativi intervenuti anche in materia di strumenti di controllo a distanza della prestazione lavorativa, gli accordi hanno previsto momenti di condivisione e verifica preventiva su eventuali evoluzioni tecnologiche o introduzione di nuovi sistemi e strumentazioni, nonché confronti periodici con le Organizzazioni Sindacali e le RSU per valutare interventi condivisi sulla materia. Gli accordi disegnano "un momento importante perché tutelano i lavoratori (operai ed impiegati) di Automobili Lamborghini e di Ducati Motor dagli effetti delle recenti modifiche normative alla legislazione sul lavoro; tutelano nuovi e vecchi assunti; investono su un modello di relazioni sindacali avanzate e basate su rispetto e fiducia reciproca, in un territorio dove le relazioni industriali sono un fattore di crescita, di valore e di sviluppo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superamento del 'Jobs act': firmato accordo in Lamborghini e Ducati

BolognaToday è in caricamento