menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz in borsa, fondo compra quasi un terzo dell'aeroporto Marconi

Il plauso della Camera di Commercio: 'Convinti che fornirà un apporto importante orientato alla valorizzazione della infrastruttura'

La Camera di commercio di Bologna dà il benvenuto ad Atlantia, che ha rilevato il 29% delle quote dell'Aeroporto, di cui la Mercanzie è il maggior azionista. "Con soddisfazione salutiamo l'ingresso di Atlantia all'interno dell'azionariato dell'Aeroporto di Bologna. Siamo convinti che Atlantia, gruppo industriale italiano con grandi competenze ed esperienze nella gestione di aeroporti, fornirà un apporto importante orientato alla valorizzazione della infrastruttura", commenta il numero uno della Camera di commercio, Giorgio Tabellini.

"L'ingresso di Atlantia nella compagine azionaria dell'Aeroporto di Bologna è un'ottima notizia perché si tratta di una società per azioni italiana e perché conferma quanto il nostro scalo abbia lavorato in questi anni per affermarsi nello scenario nazionale e internazionale - ha dichiarato il sindaco Virginio Merola - Mi fa piacere che l'a.d. Giovanni Castellucci citi anche il People Mover tra i fattori che renderanno il Marconi ancora più competitivo, un'opera in piena realizzazione e che permetterà il collegamento rapido tra aeroporto e stazione ferroviaria. Andiamo avanti per dare alla città nuove prospettive di sviluppo".

Atlantia ha sottoscritto oggi accordi per l'acquisto del 29,38% del capitale dello scalo di via Triumvirato, quotato in Borsa nel segmento Star. In particolare, Atlantia acquisirà da Italian Airports, l'11,53% del capitale della società per un totale di 64,6 milioni e da San Lazzaro Investments Spain il 17,85% del capitale a 15,50 per azione per un totale di 99,9 milioni di euro. L'investimento complessivo supera, dunque, i 164 milioni di euro. Il Marconi è approdato in Piazza affari a luglio del 2015 con una quotazione iniziale del titolo di 4,5 euro ad azione. Atlantia (che fa capo alla famiglia Benetton) ha attualmente la gestione degli aeroporti di Fiumicino e Ciampino in Italia e i tre aeroporti di Nizza, Cannes-Mandelieu e Saint Tropez in Francia.

"Il valore al quale sono state scambiate le azioni dimostra quanto il lavoro svolto sull'Aeroporto di Bologna sia stato importante, proficuo ed efficiente, ed e' quindi grande la soddisfazione con cui salutiamo l'ingresso degli investitori nella nostra societa'. Sara' interesse di tutti i soci lavorare insieme per un futuro di sviluppo", conclude Tabellini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento