Venerdì, 24 Settembre 2021
Economia

Aeroporto, conti ancora in difficoltà: perdite nette per 9,7 milioni

Lo scalo bolognese ha presentato la relazione semetrale 2021. Nel 2019 la cifra era quasi uguale, ma nel segno opposto. "Il Covid ha pesato molto"

Un anno tra i più difficili della sua storia, con le sue conseguenze che ancora pesano sull'andamento dello scalo bolognese. Così si chiude il primo semestre 2021 dell'aeroporto Marconi, falcidiato dalle restrizioni dovute all'insorgere del Covid a partire dai mesi invernali di un anno e mezzo fa.

In sintesi l'aeroporto chiude il primo semestre 2021 con ricavi consolidati a quota 17,9 milioni di euro, contro i 33,5 milioni del primo semestre 2020 (nel 2019 erano 58,9). L'Ebitda consolidato è negativo per 6,8 milioni, contro i -683mila euro dello stesso periodo del 2020, ed emerge una perdita netta pari a 9,7 milioni, rispetto ai -4,7 del primo semestre.

Lo si legge in una nota del Marconi, nel giorno in cui il Cda ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno. "I risultati continuano a risentire dell'impatto fortemente negativo del Covid", dicono dall'aeroporto. Il traffico, infatti, ha registrato una contrazione rispetto al primo semestre 2020 (-46,1% passeggeri e -27,2% movimenti aeromobili) con "segnali di ripresa" solo a partire da giugno. Ad agosto, tuttavia, c'è stata una "forte crescita del traffico passeggeri sulle rotte nazionali".

Una nota positiva arriva dal traffico cargo, con un +19,2% rispetto al primo semestre del 2020, che fa dello scalo bolognese "il terzo aeroporto italiano" del settore.

Parlando di situazione ancora "delicata" per lo scalo, Nazareno Ventola, amministratore delegato e direttore generale del Marconi, commenta: "Le contromisure adottate a livello istituzionale, su tutte l'utilizzo del Green Pass, stanno contribuendo a dare una spinta al traffico passeggeri, tanto che ad agosto quello domestico ha registrato una forte crescita, rispetto anche allo stesso mese del 2019. Tuttavia, permane la grande incertezza causata dal diffondersi delle varianti del virus, elemento che continua a pesare negativamente sul traffico aereo e sulle componenti del business. Riteniamo essenziale a tale proposito il rapido aumento della copertura vaccinale a livello sia nazionale sia internazionale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, conti ancora in difficoltà: perdite nette per 9,7 milioni

BolognaToday è in caricamento