Motori spenti per pullman e autoblu: "Il Coronavirus ci ha fermato tutto, chiediamo lo stato di crisi"

Il presidente di Saca Alessio Passini spiega la situazioni: "Nessuno esce da casa, annullate le gite scolastiche sono sparite anche le trasferte mentre cala il noleggio con autista"

Le aziende di trasporto sono praticamente ferme. Ormai da oltre due settimane, così come spiega il presidente di Saca Alessio Passini, a causa delll’emergenza epidemiologica dovuta al Coronavirus (il governatore Bonaccini si è espresso su alcuni punti del decreto) il settore si è letteralmente arrestato: "Il lavoro sul trasporto di persone è calato di media del 70-80% con picchi del 90%. Una situazione molto preoccupante che ha sta colpendo in maniera seria la nostra cooperativa, e non solo la nostra". C'è anche Cosepuri infatti, e insieme  le due bolognesi raggruppano larga parte degli operatori del settore trasporto persone e merci regionale.

Il calo quale servizi riguarda per la maggiore? 

"Il servizio di trasporto di persone collettivo: quello scolastico è stato fermato per effetto della normativa naturalmente, ma poi ci sono tutti gli effetti della psicosi collettiva e sono stati annullati i trasferimenti per esempio per le mangiate al mare, le gite dei gruppi parrocchiali e via discorrendo. Tutte queste cancellazioni sono state per noi il colpo più duro, al quale successivamente e gradualmente si sta sommando anche quello del noleggio di autovettura con conducente, l'auto blu per intenderci. E' tutto fermo e la gente non esce di casa, si muove con i propri mezzi". 

Cosa accade ai vostri soci o dipendenti con un calo così massiccio del lavoro? 

"Noi siamo una cooperativa consortile e dunque ognuno ha partita iva ed è una ditta individuale, ma ci sono anchAlessio Passini Saca-2e aziende strutturate che hanno fino a 100 dipendenti. Ogni singola impresa ha le sue problematiche e le sue scadenze con istituti di credito o con il fisco. Se questa situazione dovesse perdurare, i danni saranno difficilmente recuperabili. Ci aspettiamo ogni possibile intervento da parte delle istituzioni a sostegno delle nostre attività e del reddito di soci e personale dipendente”. 

Che aiuti chiedete al Governo? 

"Sono tre le richieste che avanziamo: la cassaintegrazione in deroga, lo spostamento delle rate dei finanziamenti e una moratoria sulle tasse. Preciso che tutte le limitazioni imposte sono necessarie per la salute di tutti. Ci aspettiamo però che si lavori già oggi per il futuro, per quello che sarà dopo, a un commissario per la ripresa". 

Come vi state organizzando? 

"Siamo al lavoro e stiamo cercando, fra le altre cose, di mettere ordine e consegnare i documenti ai dipendenti interni che lavoreranno da casa. Quella di Modena e Reggio Emilia è stata una batosta e stiamo cercando di capire anche come gestire i trasferimenti da e per l'aeroporto Marconi di Bologna, che è collegato a queste due città". 

Coronavirus, l'Emilia-Romagna chiude palestre e piscine. Sì a spostamenti per lavoro

Treni e autobus regolari: nessuna limitazione per decreto anti coronavirus

Coronavirus, l'ultimo bollettino dalla regione. Secondo morto a Bologna

Festa con 50 persone in un bar di Castel Maggiore: denuncia per il titolare

Coronavirus, biblioteche e musei chiusi fino al 3 aprile. Stop alle visite alla Torre degli Asinelli

Coronavirus, all'ospedale Bellaria tre positivi e 56 operatori in quarantena

Al Sant' Orsola misure straordinarie per la gestione dell’emergenza Coronavirus

Treni e autobus regolari: nessuna limitazione per decreto anti coronavirus

Coronavirus, firmato il decreto: nuove zone rosse, ecco quali in Emilia Romagna

Coronavirus: visite ambulatoriali della Guardia Medica solo dopo contatto telefonico

Coronavirus: come si trasmette, quali sono i sintomi e come cercare di proteggersi

Coronavirus: teatro per bambini chiuso? Si va in scena su YouTube

Coronavirus, paziente positivo in Urologia al Sant'Orsola: attività parzialmente interrotte

Misure precauzionali, incassi persi e stop: anche lo sport fa i conti col coronavirus

Coronavirus, contagio in Appennino: morto 67enne di Gaggio Montano

Coronavirus, sfida social per aiutare i ristoranti: "Un'esplosione di solidarietà"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento