Economia Zona Universitaria / Via Zamboni

Alma Mater verso intesa con Ducati, il rettore: 'Paese ricco di talenti, povero di sfide e avverso ai giovani"

Dovrebbero chiudere un'intesa di collaborazione nel campo della ricerca e della formazione, che potrebbe portare o alla nascita di nuovi corsi di laurea o alla formazione in azienda degli universitari di Bologna

Anche Ducati entra all'Alma Mater di Bologna. L'Ateneo e la casa di Borgo Panigale dovrebbero chiudere un'intesa di collaborazione nel campo della ricerca e della formazione, che potrebbe portare o alla nascita di nuovi corsi di laurea o alla formazione in azienda degli universitari di Bologna.

A dare l'annuncio, il rettore Ivano Dionigi, questa mattina nell'aula magna di Santa Lucia, durante la cerimonia per il conferimento della laurea ad honorem in design a Walter De Silva, responsabile del design del Gruppo Volskwagen, di cui anche la Ducati fa parte. "Questa laurea suggella l'incontro tra l'Alma Mater e la societa' che la circonda- afferma Dionigi- e' un messaggio chiaro al mondo che sta fuori, in particolare al mondo delle imprese".

Con la laurea a De Silva, spiega il rettore, "abbiamo un professore in più, per formare i nostri giovani. Ma dobbiamo fare di più e meglio". Con Ducati, ad esempio, è in dirittura d'arrivo un accordo di collaborazione concreta sulla formazione e la ricerca. C'è la loro disponibilità e i colloqui sono in atto", afferma Dionigi, che spera di poter chiudere l'intesa entro l'estate. Il rettore lancia quindi un appello alle imprese del territorio. "Chiedeteci di più - esorta - più ricerca e più formazione tecnica". In buona sostanza, il rettore chiede al mondo imprenditoriale di seguire l'esempio di Gd e Ima, che sostengono il nuovo corso di design dell'Alma Mater. "Questo è un Paese ricco di talenti e maledettamente povero di sfide e avverso ai giovani", ammonisce Dionigi (agenzia Dire).


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alma Mater verso intesa con Ducati, il rettore: 'Paese ricco di talenti, povero di sfide e avverso ai giovani"

BolognaToday è in caricamento