Sabato, 15 Maggio 2021
Economia

Asili nido, scendono le tariffe: fino a 62 euro in meno al mese

E' la prima volta dal 2011: questa rimodulazione delle tariffe nei nidi comunali di Bologna farà risparmiare i genitori. Le fasce Isee passeranno da 82 a 66, con quote di contribuzione che vanno da un minimo di 40 euro a un massimo di 575

Fino a 62 euro al mese: è il risparmio maggiore introdotto dalla rimodulazione delle tariffe nei nidi comunali di Bologna, voluta dalla giunta Merola. Nello specifico, il risparmio da 62 euro scattera' per le famiglie che rientrano nella fascia Isee tra 19.000 e 21.000 euro.

Le tariffe scendono "per la prima volta dal 2011", sottolinea l'amministrazione comunale, rendendo noto che la Giunta (su proposta della vicesindaco Marilena Pillati) ha approvato l'atto che traduce operativamente i contenuti della delibera di modifica del Regolamento comunale approvata lunedi' scorso dal Consiglio comunale. A fronte di un risparmio per le famiglie di complessivi 600.000 euro, le minori entrate previste sul fronte nidi sono la voce piu' consistente: 325.126 euro.

Le fasce Isee passeranno da 82 a 66, con quote di contribuzione che vanno da un minimo di 40 euro (fino a 2.999,99 di Isee) a un massimo di 575 per la fascia Isee oltre i 35.000 euro e per chi non presenta l'Isee (il tetto massimo non cambia, ma viene innalzato da 32.000 a 35.000 euro il livello Isee a cui corrisponde). Quella dei 40 euro e' una novita', perche' viene eliminata la tariffa 0. Questo significa che nella macro-fascia fino ai 2.999,99 euro di Isee, la tariffa media sale da 24,35 a 40 euro: e' l'unica voce in aumento nelle nuove tabelle. Per il resto, "la riduzione delle tariffe riguardera' le fasce Isee medie e medio-basse", sottolinea il Comune, segnalando in particolare che "accorpando le fasce Isee, le famiglie che presentano un valore tra 20.000 e 24.999,99 euro avranno in media un risparmio di 50 euro al mese".

Questi gli altri risparmi medi, per macro-fasce: sei euro (3.000-5.999); 11 euro (6.000-9.999); 9,6 euro (10.000-14.999); 18 euro (15.000-19.999); 37 euro (25.000-29.999); 40,7 euro (30.000-32.999); 26,7 (33.000-34.999). La manovra, ricorda poi il Comune, prevede anche "l'introduzione di nuovi meccanismi per attribuire le esenzioni mediante i nuovi indicatori di fragilita' sociale e ai sistemi di inclusione attiva o ai contributi di sostegno al reddito (Sia, Res, Rei) o ad altri interventi di natura economica e di sostegno al reddito erogati dai servizi sociali territoriali, previa istruttoria svolta dai servizi educativi con i servizi sociali territoriali".

Inoltre, aggiunge il Comune, quello illustrato oggi e' il "primo atto di una manovra piu' complessiva tesa a rivedere ulteriormente le tariffe dei nidi in ragione di eventuali nuove risorse a disposizione dell'amministrazione, cosi' come condiviso il 14 dicembre scorso nel verbale di incontro con Cgil, Cisl e Uil". Del resto, solo poche settimane fa il sindaco Virginio Merola aveva annunciato un obiettivo piu' ambizioso, numeri alla mano: "Stiamo lavorando per dimezzare al 50% le tariffe dei nidi per tutti i genitori".

(Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido, scendono le tariffe: fino a 62 euro in meno al mese

BolognaToday è in caricamento