Martedì, 16 Luglio 2024
Economia

Maxi "infornata" di vigili urbani e maestre: il piano "precariato zero" del Comune

75 operatori della polizia municipale, nuove figure a supporto dei progetti di mandato dell'amministrazione e regolarizzazione di 'dade' e maestre: così il piano assunzioni per i prossimi tre anni. I sindacati chiedono al Comune di formalizzare l'intento

Dal Comune di Bologna annunciato ieri ai sindacati un maxi-piano di assunzioni, con obiettivo 'precariato zero' in tre anni. SI tratta di un programma  ambizioso, che prevede la regolarizzazione di 75 i vigili urbani (ne saranno assunti 25 all'anno), cui si aggiungeranno una serie di figure a supporto dei progetti di mandato dell’amministrazione Merola.

Maxi 'infornata' di reclutamenti, prevista anche per il comparto scuola: nel triennio saranno infatti assunte  dade e maestre in modo da scorciare il personale precario dei servizi educativi e scolastici che oggi tocca quota 300 (la prima scorciata è stata data con la stabilizzazione di 74 collaboratori).

Cgil incalza l'Amministrazione chiedendo di formalizzare il piano ed è Michele Vannini, il segretario Fp-Cgil a ribadire: «se davvero si segue la direzione indicata e si riesce a raggiungere l’obiettivo dichiarato, nel giro di tre anni assisteremo alla più grande operazione di stabilizzazione di precari mai vista a Bologna».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi "infornata" di vigili urbani e maestre: il piano "precariato zero" del Comune
BolognaToday è in caricamento