Bologna celebra i primi 80 anni di Manutencoop, il gruppo nato nel bolognese, attraverso un evento che racconta la storia di una realtà diventata, oggi, internazionale.

Dal 13 al 18 novembre il Foyer del Teatro Comunale apre le porte alla multiculturalità e all’integrazione attraverso la cultura per ospitare il gran finale di “SIEDI, LEGGI E VIAGGIA! LA BIBLIOTECA DI REKEEP", il tour che ha portato in alcune delle più importanti piazze italiane, in collaborazione con una delle biblioteche cittadine, 800 capolavori della letteratura straniera tradotti in italiano, facendoli uscire dal loro spazio fisico abituale;A Bologna un ricco calendario di iniziative, a partire dai due appuntamenti dedicati anche alla città: la proiezione del documentario sulla storia dell’Azienda che si intreccia con quella di Bologna, a cura dei bolognesi Michele Mellara e Alessandro Rossi, e il primo incontro pubblico sul Patto della città per la Lettura promosso dal Comune. E ancora, ogni giorno, letture e presentazioni con Federico Rampini e tanti altri;L’evento si svolge in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche, alla quale, al termine della manifestazione, saranno donati i volumi;

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Bologna, 7 novembre 2018 – Era il 1938, Bologna era nel pieno del periodo fascista e si apprestava ad entrare nella Seconda Guerra Mondiale. Qui 16 operai “visionari” si unirono per organizzare il proprio lavoro negli appalti delle Ferrovie dello Stato, costituendo la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”. Oggi, 80 anni dopo, Manutencoop sceglie di festeggiare questo importante anniversario restituendo alla città, che l’ha vista crescere nel tempo a livello nazionale e internazionale attraverso la propria controllata Rekeep S.p.A., parte dell’eredità attraverso un progetto culturale creato ad hoc. Dal 13 al 18 novembre, Bologna ospita, infatti, "Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep", la tappa finale del tour itinerante che ha portato 800 capolavori della letteratura straniera tradotti in italiano - selezionati dalla giornalista e scrittrice Loredana Lipperini - nelle piazze di alcune delle più importanti città della penisola, facendoli, quindi, uscire dal loro spazio fisico abituale. In programma, al Foyer del Teatro Comunale, letture dei volumi interpretate dall’attore Ivan Olivieri (ogni giorno dalle 11.00 alle 12.30) e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani: Federico Rampini, Tommaso Labate e Giorgia Tribuiani. L’iniziativa, infatti, nasce con lo scopo di promuovere una riflessione collettiva sulla multiculturalità nel nostro Paese e sull’integrazione attraverso la cultura e, in particolare, la lingua, anche alla luce delle caratteristiche peculiari del Gruppo Rekeep, una realtà composta da lavoratori di oltre 90 nazionalità diverse, e, pertanto, un esempio concreto di condivisione, di attenzione al capitale umano e di convivenza all’interno dell’ambiente lavorativo, grazie anche alla comunicazione mediante una lingua comune: l’italiano. Al termine della manifestazione, tutti i volumi saranno donati all’Istituzione Biblioteche e successivamente all’Amilcar Cabral, così da arricchirne la raccolta di testi disponibili con l’intento di creare valore a beneficio dell’intera collettività locale in cui il Gruppo è ancora oggi profondamente radicato - potendo contare su oltre 3500 dipendenti in Emilia-Romagna, di cui oltre 2000 solo a Bologna e numerosi prestigiosi clienti La biblioteca di Rekeep aprirà le sue porte martedì 13 novembre alle 10.00 e sarà attiva da subito per il prestito degli 800 volumi del fondo, che potranno essere restituiti anche nei giorni successivi alla chiusura della manifestazione presso qualsiasi biblioteca comunale bolognese. Inoltre, sempre al Foyer del Comunale, due appuntamenti legati alla città: martedì 13 novembre, alle ore 17, la proiezione del documentario che racconta la storia dell’azienda, a seguire, sabato 17 novembre, il primo incontro, aperto al pubblico, di presentazione dei risultati del Patto per la Lettura promosso dal Comune di Bologna. A raccontare l’intreccio di Manutencoop e Rekeep con la storia del suo territorio, è stato realizzato un documentario di dieci minuti, dal titolo “Manutencoop. Una storia lunga 80 anni”, con la firma di due prestigiosi registi bolognesi, Michele Mellara e Alessandro Rossi, già autori di diversi documentari sulla storia di Bologna, tra cui il pluripremiato La Febbre del Fare. Il cortometraggio, con la voce fuori campo dell’attrice teatrale Angela Malfitano, unisce a documenti dell’archivio aziendale, immagini e video storici della città, dall’arrivo di Hitler a Bologna a immagini della città negli anni ’60 e ’70, i funerali delle vittime del 2 agosto in Piazza Maggiore, fino a documenti dei giorni nostri. Martedì 13 novembre alle ore 17.00, Roy Menarini condurrà l’appuntamento “La memoria delle aziende”, il racconto attraverso gli archivi video e fotografici della storia di Manutencoop. A seguire saranno gli stessi registi Michele Mellara e Alessandro Rossi a presentare in anteprima il documentario. La biblioteca di Rekeep nel capoluogo emiliano-romagnolo sposerà, inoltre, il Patto per la lettura della città di Bologna, il progetto del Comune volto ad attivare politiche culturali efficaci per promuovere la lettura come strumento di coesione sociale. Sabato 17 novembre alle ore 11.30 al Foyer del Teatro Comunale, Matteo Lepore, Assessore alla Cultura e Promozione della città, Daniele Donati, Presidente dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna, insieme a Giuliano Di Bernardo, Presidente e Amministratore Delegato di Rekeep S.p.A., e Claudio Levorato, Presidente di Manutencoop Società Cooperativa e Federica Mazzoni, Presidente Commissione Cultura del Comune di Bologna, presenteranno, nel corso di un incontro pubblico, i primi risultati del Patto di Bologna per la lettura. “Dopo un tour nei principali capoluoghi italiani questa nostra iniziativa arriva finalmente nella città dove siamo nati e che ci ha visto crescere in questi 80 anni. E’ un progetto che rappresenta un tentativo concreto di sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della multiculturalità e dell’integrazione, valori che hanno sempre contraddistinto la storia di crescita del nostro Gruppo, che sono quanto mai attuali e che vogliamo sostenere con ancora più forza in occasione di questo nostro speciale compleanno. A Bologna, dove il 18 novembre concluderemo un anno di festeggiamenti insieme ai nostri dipendenti al Teatro Comunale, abbiamo voluto regalare, con il documentario di Rossi e Mellara, anche una riflessione sulla nostra storia e su quella della nostra città, sulle idee e sui sentimenti che ci hanno tenuti insieme e che hanno consentito, a noi così come a Bologna tutta, di superare tanti momenti difficili e raggiungere traguardi prestigiosi” - ha commentato Claudio Levorato, Presidente di Manutencoop Società Cooperativa, holding di controllo di Rekeep S.p.A. Nata sotto gli auspici del centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT), "Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep" intende celebrare anche la nuova denominazione “Rekeep” adottata ufficialmente dalla Società dallo scorso luglio. Un nome che nasce dall’unione del prefisso “RE”, a sottolineare un nuovo inizio a seguito della proiezione internazionale della Società, con la parola “KEEP”, per il suo significato di tenere, mantenere, conservare, continuare, richiamando, quindi, in maniera immediata la missione del Gruppo che si “prende cura” della qualità degli ambienti in cui vivono le persone per migliorarne la qualità complessiva di vita. Ad arricchire il programma di iniziative, anche la preziosa collaborazione con il FAI - Fondo Ambiente Italiano che ha visto Rekeep quale sponsor dell’edizione 2018 delle Giornate FAI d’Autunno per tradurre i valori di cura e manutenzione del Gruppo anche in un sostegno a chi si prende cura del paesaggio e del patrimonio culturale italiano.

Torna su
BolognaToday è in caricamento