rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Economia Calderara di Reno

Bonfiglioli, via libera all'ampliamento dello stabilimento

Un nuovo stabilimento di oltre 42mila metri quadri a emissioni zero di Co2. Daniele Manca: “Dopo Phillip Morris, Lamborghini e Danfoss altro esempio di buona pianificazione”

La Città metropolitana, con atto del Sindaco, ha concluso la procedura urbanistica relativa al progetto di ampliamento dell'azienda Bonfiglioli che prevede un’espansione di circa 11 ettari di superficie fondiaria ed una nuova capacità edificatoria di circa 42.000 mq di superficie utile. Un progetto di espansione industriale di grande valore ambientale: i nuovi edifici saranno infatti a emissioni zero di CO2 e del tutto autosufficienti dal punto di vista energetico.

Bonfiglioli Riduttori S.p.A. è un’azienda leader di mercato nella produzione di componenti e soluzioni per la trasmissione di potenza (riduttori meccanici, motori elettrici, inverter) che opera in molti Paesi. L’azienda è nata nel 1956 a Calderara di Reno e qui ha sempre mantenuto la sua sede principale, pur avendo aperto nel corso degli anni molti stabilimenti produttivi in diverse parti del mondo. Con il nuovo progetto di ampliamento la Bonfiglioli ha deciso di valorizzare lo storico legame con il suo territorio di origine e di razionalizzare lo stabilimento produttivo di via Bazzane a Calderara che dovrà diventare la principale sede dell’azienda.

Bonfiglioli Spa corrisponderà al Comune il contributo di sostenibilità previsto nell’Accordo Territoriale (1.296.000 euro) mediante la realizzazione di una pista ciclabile che, collegando Osteria Nuova a Calderara, costituirà parte del corridoio ciclabile europeo denominato “Eurovelo7”, l'itinerario ciclistico fra i più importanti d'Europa che è oggi in progettazione nella tratta Verona-Bologna-Firenze. Inoltre l'azienda finanzierà un intervento sull'intersezione stradale fra via Bazzane e via Valtiera. L'Area Pianificazione territoriale della Città metropolitana, valutata la rispondenza del progetto alle caratteristiche previste dalla legge regionale in materia (LR 20/2000, art. A14bis), ha permesso la conseguente variante allo strumento urbanistico comunale finalizzata all'inserimento del Comparto Bonfiglioli nell’ambito produttivo di Tavernelle.

“La Città metropolitana – commenta il vicesindaco metropolitano con delega all'Urbanistica, Daniele Manca – continua nell'attività di promuovere l'insediamento di nuove aziende e l'ampliamento di quelle esistenti. Dopo la Phillip Morris, la Lamborghini, la Danfoss e altre, grazie anche alle scelte di pianificazione metropolitana, è ora il tempo dell'ampliamento dell'azienda Bonfiglioli. Si tratta di un importante esempio di come stiamo riuscendo a coniugare sviluppo economico ed espansione produttiva con il rispetto per l'ambiente. Il tutto in tempi rapidi e con un approccio improntato alla semplificazione amministrativa”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonfiglioli, via libera all'ampliamento dello stabilimento

BolognaToday è in caricamento