rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Economia Centro Storico / Via Riva di Reno

Cantieri tram e disagi per i commercianti: per farli "sopravvivere" bandi e contributi per 3 milioni | VIDEO

Il Comune di Bologna e la Camera di Commercio hanno annunciato una serie di provvedimenti per sopperire ai mancati guadagni che potrebbero derivare dai lavori: si tratta di un piano straordinario che parte da via Riva Reno. Non sono mancate le contestazioni

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

I cantieri del tram non saranno una passeggiata, così come non lo sono stati i lavori che hanno trasformato definitivamente via Ugo Bassi e via Rizzoli (ormai quasi dieci anni fa) nelle strade affollate della pedonalizzazione da fine settimana. I più preoccupati sono i commercianti che con le loro attività rientrano nella mappa delle aree interessate: a loro oggi il Comune di Bologna e le associazioni di categoria mandano però un messaggio positivo. Più che le parole forse colpiscono i numeri: 3 milioni di euro in 3 anni. Sono queste le cifre del piano straordinario che prevede bandi, contributi e agevolazioni messo a terra da Palazzo d'Accursio dopo un confronto con le associazioni di categoria presentato dal sindaco Matteo Lepore, dall'assessora all'economia di vicinato e commercio Luisa Guidone e dal presidente della Camera di Commercio Valerio Veronesi la cui conferenza stampa ha visto l'incursione di una contestazione organizzata dal gruppo "Una Bologna che cambia" (qui il VIDEO del confronto animato), che ha concordato un incontro con il primo cittadino nei prossimi giorni. Il tema principale è quello di garantire la sopravvivenza delle attività commerciali.

"Siamo al lavoro per coordinarci e sostenere i tanti aspetti delle difficoltà che i cantieri possono creare - ha detto il sindaco anticipando le misure di sostegno - Ci eravamo impegnati per rispettare la promessa di una cifra che sul percorso del tram arrivasse a 3 milioni di euro e oggi la stiamo confermando". Soddisfazione, in questa fase, anche da parte del presidente della Camera di commercio, Valerio Veronesi: "Il centro della città si tiene vivo se ci sono delle attività, non c'è miglior presidio del territorio. Quando ci sono delle difficoltà, noi siamo pronti a dare una risposta ma adesso possiamo e dobbiamo raccogliere i dati di bilancio ipotizzando di essere pronti dopo l'estate". 

Tram: posata la prima rotaia della linea rossa

Contributi, ristori e sgravi fiscali: la tassa dei rifiuti si paga al 50%

I contributi del Comune e i ristori della Camera di Commercio sono cumulabili. I fondi di Palazzo D'Accursio (fino a un massimo di 5.000 euro per le imprese singole e 10.000 per i progetti presentati da più attività economiche in forma aggregata) sono destinati ai progetti di riqualificazione, interventi sulla sicurezza (videocamere e nuove serrande per esempio), barriere architettoniche, servizi a clientela (come le consegne a domicilio), servizi di logistica, convenzioni con autorimesse private, ma anche per organizzare feste di strada e altre iniziative per mantenere viva l'area. Il bando si aggiunge alle altre agevolazioni messe in campo dal Comune: lo sconto del 100% sul canone unico patrimoniale di occupazione del suolo pubblico, lo sconto del 50% sulla tassa dei rifiuti, due azioni che per le casse comunali comporteranno un mancato introito di circa 2 milioni di euro. Tali misure sono già state sperimentate (con esiti positivi) in altre zone della città e in particolare: Ravone, Bolognina e zona Garisenda). 

Lavori alla Garisenda: ecco i fondi per le attività più colpite

Quando il sindaco Merola riaprì via Rizzoli e via Ugo Bassi rinnovate: il taglio del nastro 

Linea Rossa del tram: la prima rotaia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri tram e disagi per i commercianti: per farli "sopravvivere" bandi e contributi per 3 milioni | VIDEO

BolognaToday è in caricamento