rotate-mobile
Bilancio comunale

Caro bollette: il Comune spenderà 50milioni in più, ma ne recupera 31 dall'evasione

Avanzo e recupero permettono di sostenere la 'stangata' su bollette e cantieri

Variazione di bilancio da 111,6 milioni di euro, ma il recupero dell'evasione è record: 31,6 milioni di euro. E' quanto è emerso oggi nel corso della presentazione dei "conti comunali" a Palazzo D'Accursio.

La variazione è possibile, grazie all'avanzo da 82 milioni di euro che consentirà a Palazzo D'Accursio di sostenere la 'stangata' su bollette e cantieri: aumenti che in base alle proiezioni causeranno nel 2020 una maggiore spesa di circa 50 milioni di euro.

"Se l'inflazione rimane quella che è ogni cantiere ci costa circa il 30% in più. Noi stiamo mettendo da parte le risorse per tutto quest'anno e ce la faremo, ma come sappiamo su Bologna nei prossimi anni ci saranno circa otto miliardi di investimenti. Non oso immaginare cosa voglia dire +30%", ha dichiarato il sindaco Matteo Lepore presentando la variazione accanto all'assessore al bilancio Roberta Li Calzi e al dirigente delle entrate comunali Mauro Cammarata.

Una "manovra eccezionale per gli sforzi che abbiamo fatto nel segno della equità e della affidabilità. Rafforza i nostri servizi e ci permettera' di rispondere ad aumento dei costi dell'energia". 

Molto bene anche il recupero dell'evasione, 31,6 milioni contro i 22,9 del 2015. "Senza queste risorse - chiarisce Lepore - avremmo dovuto alzare i tributi e fare scelte di indebitamento. Invece non tocchiamo le tasche dei bolognesi".

Altre entrate comprese nella variazione di bilancio sono i dividendi Hera (1,2 milioni di euro) e l'avanzo da imposta di soggiorno (2,6 milioni). Compaiono inoltre i 320.000 euro raccolti tra i cittadini per gli aiuti ai profughi ucraini. Grazie alla manovra, spiega Li Calzi, "non abbassiamo la guardia sui servizi e proseguiamo le politiche espansive sul sociale, senza aumentare la pressione fiscale". Ad esempio si investe di più sui centri estivi per i più piccoli: i bambini accolti passano dai 4.900 del 2019 ai 7.400 della prossima estate. Sono invece 2.000 in più le persone prese in carico dai servizi sociali e socio-sanitari. Prevista inoltre l'assegnazione di 490 alloggi Erp entro l'anno. In miglioramento, infine, i tempi di pagamento dell'amministrazioni ai fornitori: si è passati dai 45 giorni del 2016 ai 21 giorni del 2021. (dire) 

Evasione tributi, a Bologna chi non paga Imu e Tari non può richiedere permessi comunali

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette: il Comune spenderà 50milioni in più, ma ne recupera 31 dall'evasione

BolognaToday è in caricamento