Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Castelli Spa all'asta, si riparte sotto la guida della famiglia Pavan: 'Salvi i posti di lavoro'

Aggiudicata all'asta l'azienda di San Giovanni in Persiceto, va ai Pavan, che vantano una lunga esperienza industriale nel settore. L'accordo prevede il mantenimento del polo produttivo e la salvaguardia di tutti i 96 lavoratori attraverso il ricorso alla cigs

Si è svolta oggi l’asta di vendita del Fallimento Castelli SpA in liquidazione e l’azienda è stata aggiudicata alla Castelli 2014 Srl, una newco di proprietà della famiglia Pavan che ha una lunga esperienza industriale nel settore e che già aveva manifestato il suo interesse prima del fallimento. L’azienda di San Giovanni in Persiceto è stata dichiarata fallita il 15 luglio 2014 ma l’attività è stata portata avanti dalla procedura fallimentare attraverso l’esercizio provvisorio e, dopo una prima asta andata deserta, è stato trovato un acquirente intenzionato a mantenere il polo produttivo sul territorio salvaguardando tutta l’occupazione.
 
L’operazione era stata illustrata alle Istituzioni la scorsa settimana al Tavolo di salvaguardia della Città Metropolitana di Bologna, presieduto dal vice Sindaco metropolitano Daniele Manca, e dopo due giorni di trattativa, il 23 gennaio 2015 è stato sottoscritto un verbale di accordo, condizionato all’effettiva aggiudicazione all’asta, che ha definito tutti gli aspetti occupazionali. All’incontro erano presenti il Sindaco del Comune di San Giovanni in Persiceto, Enzo ed Enrico Pavan della Castelli 2014 assistiti da Unindustria Bologna, il dott. Mauro Morelli, Curatore del Fallimento, i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali (Fillea Cgil e Filca Cisl) e della Rsu aziendale.

L’accordo prevede il mantenimento del polo produttivo di San Giovanni in Persiceto e la salvaguardia di tutti i 96 lavoratori attraverso il ricorso alla cassa integrazione straordinaria per 24 mesi. Così come rende noto un comunicato dell'Amministrazione comunale metropolitana, che riferisce inoltre: "è stato illustrato il piano industriale 2015-16 che prevede il rilancio del marchio Castelli attraverso importanti investimenti e il consolidamento sul nostro territorio di un centro direzionale e produttivo, che opererà in sinergia con le altre società della famiglia Pavan (Fosam Architettura e Gemino International) che sono in provincia di Pordenone".

“L’aggiudicazione della Castelli alla famiglia Pavan è sicuramente una buona notizia - così il vice Sindaco della Città Metropolitana  Daniele Manca -perchè questa storica azienda del territorio può finalmente tornare a guardare al futuro senza ulteriori perdite di posti di lavoro. La crisi della Castelli, che si protrae da molti anni, è stata sempre seguita con grande attenzione dalle Istituzioni del territorio e questo importante risultato è stato raggiunto anche grazie all’attività del Tavolo di salvaguardia, che è proseguita nonostante la messa in liquidazione e poi il fallimento".
La strada per il rilancio della produzione e del marchio - ha ammesso Manca - "è ancora lunga e auspico che i nuovi imprenditori, che hanno dimostrato fin qui una grande determinazione, possano ottenere i risultati che si sono prefissati e, nello stesso tempo, possano ripagare i grandi sacrifici che sono stati fatti in questi anni dai lavoratori. Mi preme sottolineare che le Istituzioni, insieme con le Organizzazioni Sindacali, continueranno ad affiancare il percorso di quest’azienda con la convinzione che può tornare ad essere un’eccellenza anche grazie ad un territorio che fa ancora della coesione sociale il motore per ogni nuova sfida industriale.”

Soddisfazione anche per il sindaco di San Giovanni in Persiceto, Renato Mazzuca, che ha voluto sottolineare come “con questo accordo viene premiato un impegnativo lavoro di squadra giocato da tutti i soggetti in campo: Provincia di Bologna (oggi Città Metropolitana), Comune di San Giovanni in Persiceto, organizzazioni sindacali, Unindustria e famiglia Pavan. Per rilanciare l’azienda Castelli occorrerà inevitabilmente del tempo ma il positivo epilogo di questa operazione spero possa ripetersi in caso di situazioni simili.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelli Spa all'asta, si riparte sotto la guida della famiglia Pavan: 'Salvi i posti di lavoro'

BolognaToday è in caricamento