Economia

CGIL, verso un 1° maggio senza segretario: via a toto-nomine, in arrivo la Camusso

Per provare a sanare la situazione Sussanna Camusso arriverà sotto le Due torri a fine aprile. Il successore di Gruppi? Spunta anche il nome di Minarelli, segretario sindacato pensionati, ma c'è chi inneggia ad una leadership più giovane

Il primo maggio si preannuncio all'insegna di una Cgil senza leader, dopo l'addio del segretario Danilo Gruppi. Per provare a sanare la situazione Sussanna Camusso arriverà sotto le Due torri a fine aprile. La segreteria della Camera del lavoro ha ricevuto la lettera con date e richiesta di organizzare le consultazioni dei 150 del Direttivo; il che vuole anche dire che, invece di una soluzione ''pronto uso'', si ascolterà e poi si farà una proposta. Ma anche che va ancora piu' in avanti nel tempo la scelta del successore di Gruppi, tanto in avanti da superare appunto l'1 maggio.

"E' plausibile", si dice in via Marconi fissando a dopo il congresso nazionale ''esito della procedura. La road map così delineata lascia il tempo, sotto le Due torri, per studiare soluzioni ''interne'' da proporre. E così, tra le voci di corridoio di questi giorni, s'affaccia anche il nome di Valentino Minarelli, attuale segretario Spi, sindacato dei pensionati, che potrebbe entrare nel ''toto-segretario'' per cercare una maggioranza non risicata che tenga conto delle diverse aree.

Di ''giovani'' in campo, intanto, ha parlato Vito Rorro, componente della segreteria della Cgil (in quota alla ex minoranza) scrivendo su Facebook che il congresso "ha fatto emergere una vivacità che non può essere ne' trascurata ne' sottovalutata. Quando un gruppo dirigente discute (e si divide anche) vuol dire che non è morto sotto le macerie dell'ordinarietà e della burocrazia. Poi pero' deve saper trovare le soluzioni".
E per Rorro "bisogna adesso saper immaginare il nuovo ma soprattutto le innovazioni. Ci sono giovani che si stanno formando e tra un po' saranno pronti; si possono scambiare per animaletti fastidiosi (il riferimento ai ''pidocchi'' evocati da Gruppi pare palese, ndr) solo se li si guarda da molto lontano con un cannocchiale potente, praticamente, da un''altro pianeta. Da vicino al contrario sono robusti e pieni di vita".

E sempre su Fb, Bruno Papignani, segretario della Fiom-Cgil regionale, commenta l'approdo a una nuova guida della Cgil sotto le Due torri dopo il congresso nazionale di inizio maggio. "Perchè? Forse è meglio che al congresso nazionale la situazione rimanga in decantazione onde evitare di prendere atto di un malumore diffuso. E fino allora chi coordinerà la Cgil di Bologna, visto che ''indisponibilità è immediata e irrevocabile, non prevede transitorietà?".

Ieri Gruppi, come riporta un comunicato della Camera del lavoro ha rappresentanto il livello confederale al congresso del Silp, il sindacato di Polizia che ha eletto nuovo segretario Pierluigi Leri dopo Pietro Filippini (già due mandati per lui). E proprio Gruppi giudica "un fatto che inorgoglisce" l'impegno diretto di Camusso: "Un attestato di riconoscimento dell'importanza di questa Camera del lavoro oltre che del problema che stiamo affrontando. Come si dice in questi casi: i simboli hanno la loro importanza".

(agenzia  Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CGIL, verso un 1° maggio senza segretario: via a toto-nomine, in arrivo la Camusso

BolognaToday è in caricamento