Turismo: dalla Città Metropolitana 400mila euro per la promozione del territorio bolognese

Riqualificazione, accoglienza al turista, intrattenimento, turismo all’aria aperta e mercati di prossimità

400.000 euro per i servizi turistici di base dei Comuni e la promozione turistica di interesse locale: è stato approvato, con atto del sindaco metropolitano Virginio Merola, il Programma Annuale delle Attività Turistiche 2020 con la ripartizione delle risorse destinate alla realizzazione dei progetti inseriti nel Programma Turistico di Promozione Locale.

Il finanziamento 

- 200.561,46 euro per i “Servizi turistici di base dei Comuni”, che comprende sia interventi di qualificazione dei servizi di informazione e accoglienza al turista, sia interventi di animazione ed intrattenimento turistico;
- 199.438,54 euro per la “Promozione turistica di interesse locale”, che comprende progetti di promozione dell'immagine, delle peculiarità e della qualità dei prodotti turistici locali nel territorio di riferimento. Tra le iniziative previste da questo secondo filone si segnalano: Geovagando – Alla scoperta dei geositi più belli sulle orme di Giuseppe Scarabelli (Castel del Rio), Slow tours: eventi di cultura enogastronomica (Castel San Pietro Terme), Baccanale 2020 - Rassegna culturale ed enogastronomica (Imola), App & around (Unione dei Comuni Savena-Idice), Enjoy Routes. Percorsi esperienziali per gustare il territorio (Imola Faenza Tourism Company-IF).

Il turismo riparte, cammini e visite guidate: "Tante prenotazioni per i tour in città" | VIDEO 

A causa dell’emergenza epidemiologica Covid-19, la Destinazione turistica Bologna metropolitana ha verificato con i soggetti beneficiari l’effettiva possibilità della realizzazione dei progetti ammessi, destinando le economie risultanti (31.330,69 euro) a un “Progetto unico di ambito metropolitano a sostegno del territorio” che verrà realizzato dalla Città metropolitana di Bologna e prevede anche il recepimento di alcune linee tematiche emerse dal confronto con i territori: "Obiettivo sarà quindi valorizzare e promuovere un'offerta turistica integrata e partecipata, attraverso azioni di rilancio a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19, favorire e supportare le azioni tese a migliorare la qualità dell'offerta e sostenere i territori più penalizzati nella programmazione 2020", spiega la Città Metropolitana. 

Particolare risalto verrà dato al turismo all’aria aperta, alla vacanza attiva e ai mercati di prossimità con:
- il sostegno in Appennino alla valorizzazione turistica del Sentiero dei sette casoni di Lizzano in Belvedere, rafforzamento della promozione turistica nell’alta valle del Reno, promozione nelle valli tra Reno, Lavino e Samoggia dei “cammini” e dei sentieri presenti sul territorio e la creazione di itinerari tematici dedicati al Pignoletto e ai vini dei Colli Bolognesi con visite nelle cantine e nei luoghi d’arte;
- il sostegno alla promozione turistica della Pianura bolognese: realizzazione di mappe tematiche sull’offerta naturalistica, culturale e turistica, realizzazione di un evento autunnale alla riscoperta in bicicletta del vecchio percorso della ferrovia dismessa Bologna-Pieve di Cento, in collaborazione con associazioni ciclistiche locali sotto l’egida FIAB, realizzazione di un breve ciclo di visite autunnali a ville del territorio metropolitano per piccoli gruppi);
- il sostegno alla promozione turistica dell’Imolese con la valorizzazione turistica del Sentiero del vino e delle cantine in collaborazione con il Comune di Dozza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento