menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

- 800 dipendenti comunali in 5 anni: 'I soldi ci sono ma le leggi sono implacabili'

Sono 4.300 e potrebbero scendere a soli 3.500. La legge permette di assumere una persona ogni quattro che lasciano, ma per l'assessore al Bilancio i numeri non sono sufficienti a garantire la qualità dei servizi

Gli attuali 4.300 dipendenti di Palazzo D'Accursio fra cinque anni potrebbero scendere a soli 3.500". E' l'annuncio dell'assessore comunale al Bilancio Davide Conte dai microfoni di Radio Città del Capo, ma specifica che "i soldi ci sono e per più anni, ma le leggi sono (al momento) implacabili".

Prepensionamenti senza sostituzioni, il Comune potrebbe investire sul turnover, solo che non può farlo per tutti: "La legge permette di assumere una persona ogni quattro" quindi "riusciremo a integrare il personale e a fine mandato avremo 3.500 dipendenti", ma sarebbe un numero "non sufficiente a garantire la qualità dei servizi per i nostri cittadini". Qualcosa dovrebbe cambiare a Roma, visto che "il bilancio è sano e il Comune virtuoso", quindi bisognerà insistere (e ottenere) la reintegrazione dei dipendenti che lasciano. 

L'assessore fa notare che "il 100% dei bisogni dei cittadini tra cinque anni sarà completamente nuovo e questo ci obbliga a capire le competenze e i ruoli e le capacità dei nostri dipendenti" che serviranno allora. E dunque a "lavorare sulla qualità delle persone che lavorano in Comune: persone di straordinario valore e sulla cui formazione, aggiornamento e capacità di carriera occorre lavorare". Per Conte non ci devono essere chiusure a priori, ma si deve ragionare su piste nuove di lavoro e fare tesoro delle "innovazioni" fatte in questi anni come quella di Sala Borsa dove sono entrati i privati "e la qualità è altissima", perchè rappresentano opportunità di lavoro straordinarie per professionisti della cultura e del sapere su cui ragionare". Attualmente, ricorda l'assessore, l’età media del personale dell'amministrazione supera i 50 anni; "pochissimi", dice Conte i lavoratori di 30 anni e la percentuale di under 40 è "minima"; la media è tra 50 e 55 anni. (dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento