Ozzano: Comune più 'virtuoso' nei pagamenti verso i creditori

Il sindaco Luca Lelli: "Il rispetto delle scadenze è di fondamentale importanza per il buon funzionamento dell’economia nazionale, ed è una forma di rispetto verso il lavoro altrui e verso i nostri fornitori"

Il sindaco Luca Lelli

La legge prevede che le pubbliche amministrazioni sono tenute a pagare le proprie fatture entro 30 giorni dalla data di ricevimento, salvo rare eccezioni che riguardano per lo più il servizio sanitario nazionale.  E Ozzano, anallizzando i dati del quarto trimestre del 2018,  è tra i Comuni che rispettano tempi, e pagamenti. 

"Il rispetto di queste scadenze è di fondamentale importanza per il buon funzionamento dell’economia nazionale - commenta il sindaco Luca Lelli, ed è soprattutto una forma di rispetto verso il lavoro altrui, verso i nostri fornitori che ogni giorno, puntualmente,  eseguono lavori e servizi in favore del Comune e che hanno tutto il diritto di vedersi riconosciuto il giusto compenso  entro tempi ragionevoli. Fortunatamente i tempi dove le pubbliche amministrazioni pagavano dopo mesi e a volte anche anni dalla fine dei lavori o dei servi, sono finiti". 

Negli ultimi anni, anche grazie all’introduzione della fatturazione elettronica, obbligatoria per tutte le pubbliche amministrazioni dal 31 marzo 2015, il numero degli Enti che pagano i fornitori con tempi medi più lunghi di quelli previsti dalla normativa vigente si è sensibilmente ridotto, e il Ministero dell’Economia e delle Finanze svolge un ruolo primario nel monitoraggio costante e puntuale del processo di estinzione dei debiti commerciali delle pubbliche amministrazioni e pubblica periodicamente i dati relativi ai pagamenti delle pubbliche amministrazioni sul proprio portale.

"Ci tengo a sottolineare - incalza Lelli - che il Comune  di Ozzano  risulta "Comune virtuoso” già dal 2015, cioè già dai primi rilevamenti fatti dal Ministero delle Finanze, e di questo bisogna sicuramente dire grazie a tutto lo staff della ragioneria/bilancio che si è sempre prodigato affinchè i tempi di attesa, nei pagamenti, fossero i più brevi possibili. Nel 2015 il nostro Comune saldava i propri debiti verso i fornitori di beni e servizi con un tempo medio di 28 giorni, e con una percentuale di pagamento sulle fatture pervenute del 92%.  Nel 2016 il tempo medio di pagamento rilevato è stato del 90%,  ma con un tempo medio di 24 giorni".

In questi giorni poi, la pubblicazione sul portale del Ministero dell’Economia e Finanze, dei dati relativi al quarto trimestre 2018. 

"Ebbene anche in quest'ultima classifica - conclude il sindaco - il Comune di Ozzano si piazza sui gradini più alti della scala. L'Ente continua ad essere “virtuoso”, addirittura con una percentuale dei pagamenti che è arrivata al 95,5% con un tempo medio rimasto invariato di 24 giorni. Il volume di affari rilevato nel periodo, ammonta complessivamente a debiti verso fornitori pari di euro 2.240 milioni circa, con pagamenti effettuati per euro 2.140 milioni circa, pari appunto ad una percentuale media complessiva di smaltimento dei debiti pari al 95,5%".

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde: fa veramente male alla salute?

  • Amanti del vinile? 4 imperdibili negozi a Bologna

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

  • Lasciare la casa in ordine prima di partire: 9 cose da fare

I più letti della settimana

  • Incidente in A1, un morto: traffico bloccato la domenica del rientro

  • Incidente in A14 tra Forlì e Cesena, muore ragazzo di San Lazzaro di Savena

  • West Nile, zanzare positive a San Giovanni in Persiceto

  • Incidente mortale sulla A14: chi era la giovane vittima

  • Concorso Mibac, bando per 1052 vigilanti: requisiti e materie d'esame

  • Incidente sulla A14: scontro tra auto due morti e tre feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento