Confabitare investe in startup, siglata la partnership con Flatme.it

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Oggi si è concluso un importante accordo nel mondo dell'immobiliare.

Confabitare, l'associazione maggiormente rappresentativa dei proprietari immobiliari, che conta più di 40.000 iscritti in tutta Italia, ha deciso di dare fiducia a un progetto giovane e puntare sull'innovazione e sulla tecnologia.

A stringersi la mano sono stati Alberto Zanni, presidente di Confabitare, e Federico Giannini, CEO & co-founder di Flatme.it, la startup romagnola che ha trovato soluzione ai problemi e alle difficoltà di tutti coloro che affittano casa a studenti e lavoratori.

Flatme.it ha costruito una piattaforma online dedicata all'incontro fra domanda e offerta di locazioni immobiliari, dove nella città di Bologna e negli annunci premium, è possibile effettuare visite virtuali dell'immobile comodamente da casa, grazie a foto e video a 360 gradi.

Proprio a Bologna, area di test di questo innovativo servizio, gratuito per i proprietari, Flatme.it è riuscita a conquistare la fiducia di Confabitare, l'associazione di proprietari immobiliari più importante del territorio e ha chiuso così un'importante collaborazione.

Flatme.it è un'azienda molto giovane ma si è già distinta nello scenario immobiliare grazie alla sua idea semplice ma allo stesso tempo rivoluzionaria: mettere al centro dell'attenzione chi possiede un immobile e trovare per lui l'inquilino più adatto alle richieste, senza stress per il proprietario. Gratis.

Niente più agenti immobiliari, niente più costi per annunci e niente più tempo perso o fatica.

Dopo Telecom Italia e S.I.R. ora, anche Confabitare, che da sempre interpreta e tutela i diritti di coloro che sono in possesso di una casa, ha capito l'elevato potenziale di crescita di Flatme.it e ha deciso di investire su questa giovane azienda, alla luce del vantaggio sostenibile che può offrire nel tempo.

«In Italia non è semplice essere presi sul serio come giovani imprenditori» dice Federico Giannini dopo l'incontro, e continua «Per noi è veramente un grande traguardo collaborare con un'associazione come Confabulare, con una tradizione solida e una grande esperienza nel settore.»

Torna su
BolognaToday è in caricamento