rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Economia

Confagricoltura, cambio al vertice: Rosanna Scipioni è la nuova presidente

Scipioni guiderà le imprenditrici: "L'occupazione femminile agricola in Emilia Romagna è aumentata del 1,9% nel 2014 e rappresenta oltre il 34% della forza lavoro. La donna vince nell'agricoltura sociale come nelle fattorie didattiche e nella trasformazione"

Sarà Rosanna Scipioni la nuova presidente di Confagricoltura Donna Emilia Romagna. Docente universitaria, impegnata in associazioni femminili e produttrice di cereali e legumi bio sulle colline bolognesi, ha saputo con fantasia e creatività introdurre nella propria azienda aspetti innovativi che vanno dalla trasformazione della materia prima di qualità all’educazione alla giusta e corretta alimentazione di bambini e famiglie.

"L’occupazione femminile agricola in Emilia Romagna è aumentata dell’1,9% nel 2014: + 410 unità. E rappresenta il 34,3% della forza lavoro nei campi. La donna vince negli agriturismi e nell’agricoltura sociale come anche nelle fattorie didattiche e nella trasformazione", così l’imprenditrice agricola bolognese a margine del convegno "La forza delle donne in agricoltura - testimonianze delle eccellenze italiane” organizzato a Milano dal Comitato scientifico per EXPO e co-organizzato da We Women for EXPO, che ha visto il debutto suo e della nuova Presidente nazionale, Gabriella Poli. Rosanna Scipioni accompagnerà infatti la nuova presidente all’interno del Consiglio nazionale di Confagricoltura Donna.

"Gli spunti per il prossimo futuro non mancano - ha rimarcato soddisfatta la neo presidente di Confagricoltura Donna Emilia Romagna - perché il ruolo della donna in agricoltura sarà sempre più importante: oltre che sulla sua maggior flessibilità e creatività, la donna può contare su una naturale predisposizione a curarsi della corretta alimentazione, in particolare quella delle nuove generazioni. Vorrei lanciare, in Emilia Romagna e tra le imprenditrici della consulta di Bologna, una campagna di valida informazione sui rischi ai quali vengono esposti, ad esempio, i figli di genitori vegani. Sarà inoltre essenziale condividere ogni dato che possa rendersi utile a dare contorni sempre più precisi all’imprenditoria agricola femminile e a specifiche connotazioni che ne rappresentano la forza, come la superiore capacità di condivisione che rende l’imprenditrice agricola maggiormente predisposta a trattenere i figli sull’attività della propria azienda>.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confagricoltura, cambio al vertice: Rosanna Scipioni è la nuova presidente

BolognaToday è in caricamento