rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Economia

Coop Costruzioni, accordo fra le parti: verso gli ammortizzatori sociali conservativi

Istituzioni, azienda e sindacati hanno convenuto di avviare un percorso di verifica per l'utilizzo di ammortizzatori sociali conservativi, compresa la cassa integrazione in deroga. Fillea-Cgil: "Passo in avanti", si punta a garantire un reddito ai lavoratori

Firmato un accordo fra Coop Costruzioni,  istituzioni  e Organizzazioni sindacali volto a salvaguardare l'occupazione. E' questo il risultato dell'incontro odierno, presieduto dal Vicesindaco della Città Metropolitana Daniele Manca, alla presenza del Sindaco Virginio Merola, l’Assessore del Comune di Bologna Matteo Lepore e il Dirigente del Servizio Lavoro della Regione Emilia-Romagna, Paola Cicognani, il VicePresidente del CdA di CoopCostruzioni Nicola Ruggeri e le rappresentanze sindacali.

Le parti - riferisce una nota sindacale - "concordano di avviare un percorso di verifica per l'utilizzo di ammortizzatori sociali conservativi compresa la cassa integrazione in deroga. Coop costruzioni ha informato che, a suo parere, il piano aziendale di riorganizzazione non è compatibile con lo strumento del contratto di solidarietà". Affermazione rigettata dalle organizzazioni sindacali

Il prossimo step è l'incontro fissato per il prossimo 24 marzo nella sede della Città metropolitana di via Zamboni (ex sede della Provincia di Bologna) per l'analisi dei risultati raggiunti a seguito della verifica del percorso. Fino a quella data, le parti concordano sulla necessità di non dare atto ad alcuna iniziativa unilaterale.

“Questo risultato è un passo in avanti – commenta Maurizio Maurizzi, segretario della Fillea-Cgil di Bologna – perché abbiamo ottenuto la disponibilità di Coop Costruzioni a ragionare sugli ammortizzatori sociali conservativi, così da garantire un reddito a lavoratrici e lavoratori. Questo risultato è stato raggiunto anche grazie alla lotta di lavoratrici e lavoratori, che oggi hanno scioperato, e alla disponibilità delle istituzioni”.

LA CRISI DELLA COOPERATIVA. CoopCostruzioni, storica cooperativa bolognese, dopo essere stata colpita dalla crisi che investe l’intero settore delle costruzioni, a inizio mese ha manifestato l’intenzione di adottare un piano industriale che prevede una forte riorganizzazione, anche in termini occupazionali (200 i lavoratori a rischio). La cooperativa attualmente occupa 463 lavoratori e nei giorni scorsi aveva annunciato che non avrebbe rinnovato il contratto di solidarietà in scadenza il 6 di maggio 2015.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop Costruzioni, accordo fra le parti: verso gli ammortizzatori sociali conservativi

BolognaToday è in caricamento