rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Economia Centro Storico / Piazza Re Enzo

Coop Quadrifoglio, le scuole chiudono e 300 educatori restano senza lavoro

'Vogliamo lavorare 12 mesi come scritto sui nostri contratti di assunzione', è la richiesta dei lavoratori oggi in presidio per sensibilizzare sulla propria situazione: precari anche con contratti a tempo indeterminato

Ancora agitazione per i lavoratori dell'istruzione. Sul piede di guerra oggi sono i 300 educatori della Cooperativa Quadrifoglio, che per i tre mesi estivi sono rimasti senza lavoro e senza reddito, dopo la chiusura delle scuole. Così denuncia Cgil, al fianco dei lavoratori, che nel pomeriggio odierno - dalle 17 alle 20 - si riuniranno in presidio a Piazza Re Enzo in forma di protesta.

La richiesta è quella di "lavorare tutto l'anno: così come è scritto sui nostri contratti d'assunzione" e percepire reddito per 12 mesi. Infatti questi lavoratori sarebbero assunti a tempo indeterminato. Da settembre a giugno lavorano e sono pagati regolarmente, ma poi con l'arrivo della pausa estiva si ritrovano in un limbo lungo 3 mesi.

"Chiediamo - aggiungono i manifestanti - che al personale impegnato su tutti i centri estivi comunali (e non) venga applicato il contratto nazionale di categoria e  non vogliamo seguire due/tre casi per volta contemporaneamente, ne va della sicurezza dei minori e della qualità del servizio!."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop Quadrifoglio, le scuole chiudono e 300 educatori restano senza lavoro

BolognaToday è in caricamento