Coronavirus e fase 2, Bonaccini: "Ragionare per far partire un altro pezzo di commercio e servizi ”

Il presidente nell’informativa sull’emergenza, oggi in Assemblea legislativa regionale, riunita in seduta telematica

"Ora una ripartenza sicura, mettendo sempre davanti la salute. Una volta di più, è il momento di fare squadra e di essere Emilia-Romagna". Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, durante l’informativa sull’emergenza Coronavirus oggi in Assemblea legislativa regionale, riunita in seduta telematica. Nella sua relazione, ha ripercorso le tappe dell’emergenza nell’ultimo mese con la Regione che “non si è sottratta nel momento della necessità ad assumere le misure più difficili” per contrastare la pandemia. 

“Da ieri hanno potuto riprendere la propria attività le aziende più esposte sui mercati internazionali - ha detto il presidente - oltre che i cantieri pubblici. E’ la proposta avanzata dall’Emilia-Romagna 10 giorni fa e portata alla condivisione nella Cabina di regia nazionale. Una via libera per il quale ringrazio il presidente del Consiglio, Conte, anche per la collaborazione costante portata avanti in queste settimane. Sempre con spirito di leale collaborazione, chiediamo ora di poter ragionare nello stesso modo, preparando le condizioni di distanziamento e sicurezza per far partire un altro pezzo di commercio e di servizi non appena sia possibile”.

Fase due, il piano della Regione da 14 miliardi, Bonaccini: "La salute prima di tutto, ma non dobbiamo fermarci"

Anche per questo - ora che la curva del contagio ripiega, la saturazione dei posti letto si abbassa,il numero dei guariti ha superato quello dei nuovi positivi e i casi attivi hanno iniziato a scendere - Bonaccini ha rivendicato la linearità della sua proposta al Governo per una “ripartenza sicura, mettendo sempre davanti la tutela della salute, ma determinata”.

E per quanto riguarda le date ipotizzate per settori quali commercio, servizi, cultura, sport e turismo, ha detto di volerle considerarle prudenziali: “Se è giusto dire che se i dati peggiorano bisogna chiudere, allora è altrettanto ragionevole prospettare che in caso contrario si possa anticipare”.

Da parte propria, l’Emilia-Romagna non è stata con le mani in mano e ha lavorato con un percorso condiviso all’interno del tavolo del Patto per il Lavoro regionale, insediando tavoli provinciali e di settore sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Un confronto allargato ai parlamentari eletti in Emilia-Romagna, ai Gruppi consiliari, agli amministratori locali, alle rappresentanze sociali, alle imprese, ai singoli cittadini.

Altro tema posto importante, quello degli aiuti alle famiglie, perché “se le persone tornano a lavorare i bambini non possono stare da soli”.  Indispensabile dunque organizzare e potenziare i centri estivi, ma anche dare certezze per il prossimo anno scolastico.

Nella ripartenza, la leva cruciale per la crescita sarà quella degli investimenti pubblici: l’Emilia-Romagna può contare su quasi 14 miliardi di euro nel triennio 2020-2022, fondi in gran parte pubblici ai quali aggiungere i cofinanziamenti privati, quasi il 10% del Pil regionale. Dalla sanità all’edilizia scolastica, dalla mobilità al sostegno alle imprese, dall’efficientamento energetico alla difesa del suolo: opere in larga parte progettate, finanziate, in molti casi già appaltate.

“Sono l’elemento principale che può fare la differenza tra la ripresa e la crisi”, ha sottolineato Bonaccini. “C’è tutto lo spazio necessario per il confronto e la dialettica politica- ha concluso- non per le polemiche fini a se stesse. Più che mai adesso è il momento di fare squadra. Una volta di più, è il momento di essere Emilia-Romagna”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emilia-Romagna, bollettino del 27 aprile: "+212 contagi, dato tra i più bassi"

Coronavirus a Bologna e provincia, bollettino 27 aprile: +34 casi e 12 morti 

Ecco il testo completo del nuovo DPCM 26 aprile 2020

Fase 2, Bonaccini critico: "Accelerare su riaperture. Delusione su scuola, famiglia e mascherine"

Fase 2 Coronavirus, tra gli spostamenti consentiti quelli per raggiungere i congiunti

Coronavirus, Conte sulla fase 2: dai negozi ai parchi, cosa cambia dal 4 maggio in avanti

Nuova ordinanza Bonaccini: dal 27 aprile via a vendita di cibo da asporto e toelettatura animali. Novità per il comune di Medicina

Stop ai contagi domestici: nuove disposizioni della Regione

Coronavirus, Hera studia acque di scarico con l'Istituto Superiore di Sanità

Oltre l'emergenza: il sindaco nomina esperti per "ripensare Bologna"

Cosa ci lascerà questa quarantena? La lezione dei bambini | VIDEO

Coronavirus, ecco il piano della Regione per le residenze anziani e contagi domestici

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio Elettra Lamborghini: tutti i dettagli della cerimonia a poche ore dal 'si'

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Matrimonio da favola per Elettra Lamborghini: gli abiti da sposa, la torta e i fuochi d'artificio / LE FOTO

  • Pianoro, morto il 17enne coinvolto nell'incidente auto-moto

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento