Venerdì, 24 Settembre 2021
Economia Castel Maggiore

Covid, via tassa occupazione suolo pubblico a Castel Maggiore

La misura adottata per agevolare la ripresa delle attività commerciali e consentire il distanziamento sociale

E' stata revocata la tassa di occupazione del suolo pubblico (Cosap) per tutti i dehors, sia per quelli già esistenti sia per chi vorrà realizzarne di nuovi alla riapertura dopo il lockdown dal 1° marzo al 31 dicembre. E’ questo il contenuto del provvedimento varato questa mattina dalla giunta comunale di Castel Maggiore e che sarà portato in via urgente in Consiglio comunale mercoledì prossimo. Inoltre, chi aprirà nuovi spazi all'aperto sarà esentato anche dal pagamento dei diritti di segreteria per la pratica di autorizzazione.

Inoltre, chi aprirà nuovi spazi all'aperto sarà esentato anche dal pagamento dei diritti di segreteria per la pratica di autorizzazione.

Coronavirus e attività chiuse: stop al canone di occupazione suolo pubblico 

La sindaca Gottardi spiega che “la città non può restare passiva davanti alle difficoltà dei commercianti, e ha individuato questo primo strumento per aiutare la ripresa delle attività. Il provvedimento riguarda tutte le attività commerciali al dettaglio ed esercizi di vicinato, non solo la ristorazione, e permetterà anche di realizzare punti vendita temporanei in aree pubbliche diverse da quelle immediatamente prospicienti gli esercizi come piazze e parchi, ovviamente nel rispetto delle norme di sicurezza e tutela sanitaria. Auspichiamo che questa opportunità venga colta da molti esercenti e che possa quindi agevolare non solo le opportunità commerciali per i cittadini, ma anche la socialità, permettendo di ampliare le aree ricettive disponibili, in modo conforme alle misure di tutela della salute che accompagneranno la Fase 2”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, via tassa occupazione suolo pubblico a Castel Maggiore

BolognaToday è in caricamento